Cosa fare in caso di terremoto

COSA E’ UTILE SAPERE…

Il territorio del nostro Comune è inserito nella Classe Sismica 4 (pericolosità molto bassa) tranne alcune aree situate in alta Valpolcevera, alta Valbisagno e a Levante collocate in Classe Sismica 3 (pericolosità bassa). Gli eventi sismici - non essendo collegati a fattori meteorologici - non sono prevedibili, pertanto lo scuotimento del terreno avviene in modo inaspettato. Ulteriori informazioni sul rischio terremoto sono reperibili sul sito www.ingv.it
E’ importante quindi non farsi cogliere impreparati pianificando, ad esempio, i miglioramenti strutturali che si possono apportare all’edificio in cui viviamo, rinforzando i muri portanti – qualora fosse necessario – e i collegamenti fra pareti e solai. In questi casi è bene rivolgersi ad un tecnico che saprà fornire le soluzioni più appropriate.
In caso di terremoto, è fondamentale cercare di mantenere la calma e porre in atto i corretti comportamenti di autoprotezione previsti per questo rischio, avendo già  valutato quali zone della casa o delle singole stanze siano le più sicure.
I muri portanti o perimetrali, gli angoli delle pareti, i vani delle porte (se ricavati nei muri portanti) sono i posti più sicuri della casa, ma anche sotto architravi, travi, tavoli
e letti.
Puoi rendere più sicuri gli spazi in cui vivi adottando queste  misure di prevenzione:
  • fissa bene alle pareti tutto ciò che potrebbe crollare durante una scossa sismica: mensole, armadi, scaffali, quadri…
  • poni gli oggetti pesanti sulla parte bassa delle scaffalature, sui ripiani alti puoi fissare oggetti leggeri con nastro biadesivo
  • allontana mobili pesanti da letti e divani
  • impara dove sono collocati e come si chiudono i rubinetti di gas, acqua e interruttore generale della luce
  • tieni in casa una cassetta di pronto soccorso, radio a pile, torcia, estintore
  • consulta il Piano Comunale di Emergenza del Comune di Genova

Durante il terremoto 

Se sei al chiuso:

  • non precipitarti fuori durante le scosse di terremoto e non usare scale o ascensori in quanto strutture poco stabili
  • cerca riparo sotto architravi, travi o accanto a muri portanti e muri perimetrali della casa (ma lontano dalle finestre)
  • allontanati da tutto ciò che, cadendo, potrebbe colpirti

Se sei all’aperto

  • allontanati da edifici, lampioni, alberi, linee elettriche
  • in auto o a piedi non transitare su ponti, accanto a terreni che possono franare o su spiagge (potrebbero essere investite da onde anomale)
  • se non è indispensabile, non usare il telefono

Dopo il terremoto

  • assicurati sullo stato di salute delle persone attorno a te e, se necessario, presta i primi soccorsi ma non muovere le persone ferite gravemente
  • esci con prudenza assicurandoti che non ci sia distacco di materiali dallo stabile in cui ti trovi e indossa scarpe che ti possano proteggere da vetri rotti…
  • mettiti al sicuro in uno spazio aperto, lontano da edifici e/o strutture pericolanti
  • limita uso del telefono
  • se non indispensabile, non usare l’auto…potresti creare intralcio ai mezzi di soccorso
Appena ti è possibile, informati  sulle indicazioni e le prescrizioni fornite dalle Autorità attraverso il sito www.comune.genova.it,  le nostre pagine Facebook - Twitter, TV e radio locali, pannelli stradali, paline delle fermate autobus.

 
Ultimo aggiornamento: 20/08/2015
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8