Genova al "China international import exhibition" 

La nostra città è ospite di una delle più gandi manifestazioni economiche in programma a Shanghai fino al  10 novembre. Al centro degli incontri del Sindaco, di Giuseppe Zampini, amministratore delegato di Ansaldo Energia, e di Paolo Emilio Signorini lo sviluppo degli asset fondamentali di Genova: porto e logistica, turismo e hi-tech

Testo Alternativo
Primo giorno della missione di marketing territoriale del sindaco Marco Bucci a Shanghai, in occasione di "China international import exhibition", la più grande manifestazione economica organizzata, quest'anno, nella capitale economica della Cina direttamente dalla Presidenza della Repubblica cinese.

Insieme con Giuseppe Zampini, amministratore delegato di Ansaldo Energia, e Paolo Emilio Signorini,  presidente della Autorità di sistema portuale, Bucci ha incontrato in mattinata i vertici di Shanghai Electric, in particolare il vice presidente Chen Ganjin, e Yuan Jinhua, vice presidente di Shanghai Electric Power Generation Group, che detiene il 40% delle azioni Ansaldo e ha sottoscritto diverse joint venture con Ansaldo Energia nel settore delle turbine a gas. Martedì 6 novembre verrà firmato un ulteriore accordo di collaborazione.

Per Marco Bucci «i tre assi di sviluppo su cui Genova deve puntare sono porto e logistica, turismo e hi-tech. Sono settori strategici sui quali si gioca il futuro della nostra città e riteniamo fondamentale creare una intesa commerciale e di ricerca con l'Università di Shanghai e le industrie cinesi».

In particolare le Università di Genova e Shanghai lavoreranno insieme per attivare un rapporto diretto per studi nel settore dell'hi- tech che portino allo sviluppo di skills avanzate. La collaborazione fra Ansaldo Energia e Shanghai Electric «rappresenta un modello di ricerca sulle tecnologie avanzate», ha sottolineato il sindaco Bucci. E Giuseppe Zampini ha ricordato gli obiettivi di crescita di Ansaldo e Shanghai Electric: diventare, nei prossimi 15-20 anni, il maggiore produttore mondiale nel settore delle turbine a gas.

La giornata è proseguita con la vistia al distretto di Lungang, zona al centro di un colossale progetto di sviluppo volto a creare la "città del futuro", una città pilota nell'area metropolitana a sud est di Shangai, dove sviluppo industriale, sistemi di trasporto di ultima generazione e produzione di motori per grandi navi convivano con la sostenibilità ambientale, incrementando gli abitanti: si mira a passare dagli attuali 320 mila a 680 mila.

In serata, dopo aver visitato altri stabilimenti di Shanghai Electric e quelli che ospitano le società nate dalle joint ventures con Ansaldo, il Sindaco ha incontrato i vertici di China Communication Construction Company, una delle più grandi aziende mondiali in materia di costruzione di strade, ponti, tunnel, realizzatrice di 7 fra i primi 10 ponti al mondo.

Con Wang Jingchun, presidente esecutivo di CCCC, e i vertici del colosso cinese, Marco Bucci ha approfondito  le tematiche relative ai più importanti ponti costituiti da CCCC, ai quali ha ricordato che, oltre all'urgenza della ricostruzione del ponte della Val Polcevera, vi sono anche molti progetti infrastrutturali essenziali per lo sviluppo di Genova, in particolare la gronda autostradale.
5 novembre 2018
Ultimo aggiornamento: 05/11/2018
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8