Imposta di soggiorno. Vademecum per gli operatori
Con delibera C. C. 5 del 7 febbraio /2012 è stata istituita l’imposta di soggiorno e approvato il relativo regolamento in vigore dal 1° marzo 2012.
Le tariffe da applicare sono state adottate con deliberazione G.C. 40 del 1/3/2012.
I gestori delle strutture ricettive applicano ai propri ospiti le tariffe approvate dal 2 aprile 2012.

Chi è soggetto all’imposta e quanto deve pagare
 
Soggetti passivi sono coloro che non risiedono nel Comune di Genova e pernottano nelle strutture ricettive che hanno sede nel territorio comunale.Per strutture ricettive si intendono quelle individuate e definite dalla legge regionale sul turismo
(L.R. 2 /08).
In funzione del tipo e della categoria delle strutture ospitanti, l’Amministrazione per l’anno 2012 ha adottato queste tariffe:
  • strutture ricettive alberghiere da 1 a 3 stelle      1 €
  • strutture ricettive alberghiere a 4 stelle              2 €
  • strutture ricettive alberghiere a 5 stelle             3 €
  • altre strutture ricettive (case per ferie, ostelli per gioventù, rifugi alpini ed escursionistici, affittacamere, bed & breakfast, case e appartamenti per vacanze, appartamenti ammobiliati a uso turistico, aree di sosta, mini aree di sosta, agriturismo)     1 €
Le  tariffe sono da intendere per persona e devono essere moltiplicate per il numero di pernottamenti, fino a un massimo di 8 consecutivi.
Se i pernottamenti consecutivi sono più di 8, dal 9° in avanti non è dovuta l’imposta di soggiorno.
Se la consecutività si interrompe, si ricomincia il conteggio per i successivi pernottamenti.
Esempio
Hotel Bianchi (4 stelle) -  Il signor Mario Rossi soggiorna per 3 notti consecutive ad aprile, la signora Anna Neri soggiorna per 12 notti consecutive ad aprile, il sig. Giorgio Verdi soggiorna per 10 notti consecutive a aprile e per 3 notti consecutive a maggio.

Mario Rossi  € 2 x 3 notti = €  6
Anna Neri      € 2 x 8 notti = € 16
Giorgio Verdi: € 2 x 8 notti (aprile) =  16 € a aprile
                     € 2 x 3 notti (maggio) =  6 € a maggio

Al momento del pagamento della ricevuta/fattura fiscale, l’ospite deve pagare anche l’imposta di soggiorno.
La struttura ricettiva dà conto dell’avvenuto pagamento con l’indicazione specifica dell’importo dell’imposta nella stessa ricevuta/fattura fiscale oppure mediante rilascio di ricevuta a parte con l’indicazione della sola imposta di soggiorno.
Le esenzioni

Sono esenti dal pagamento dell’imposta di soggiorno:

  1. minori fino al 14° anno di età
  2. persone che soggiornano in città per sottoporsi a terapie in strutture sanitarie sul territorio genovese e un accompagnatore per paziente
  3. persone che assistono degenti ricoverati in strutture sanitarie sul territorio comunale, fino a 2 accompagnatori per paziente
  4. appartenenti a forze o corpi di polizia, statali e locali, nonché del corpo nazionale dei vigili del fuoco e della protezione civile che soggiornano per esclusive esigenze di servizio
  5. soggetti che soggiornano a spese dell’Amministrazione comunale.

ATTENZIONE Perché l’esenzione possa essere applicata alle persone indicate alle lettere b) e c), le stesse devono autocertificare la sussistenza dei presupposti, ossia la sottoposizione a terapie e/o l’assistenza a persone che effettuano le terapie o sono degenti presso le strutture sanitarie della città.
L’autocertificazione dovrà essere presentata alla struttura ricettiva redigendo l’apposito  modello qui allegato messo a disposizione dall’amministrazione  (vedi all. A).

Obblighi e adempimenti delle strutture

Obblighi di informazione
I gestori sono tenuti a informare e aggiornare:
  • i propri ospiti, utilizzando spazi dedicati, dell’applicazione e dell’entità dell’imposta di soggiorno che gli stessi dovranno pagare e indicare i casi di esenzione
  • i tour operator, gli agenti di viaggio o altri soggetti con i quali stipulano contratti sull’entrata in vigore dell’imposta di soggiorno  e sulle tariffe applicate nelle singole strutture. Questi ultimi, a loro volta, dovranno darne tempestiva comunicazione ai loro clienti, prima della partenza programmata, e informarli che l’imposta dovrà essere da loro pagata direttamente alla struttura ricettiva.
Obblighi di versamento e rendicontazione:
Ogni trimestre, tassativamente entro il 15° giorno successivo alla scadenza, i gestori devono versare al Comune di Genova l’imposta di soggiorno applicata.
Le scadenze sono dunque il 15/04, il 15/7, il 15/10 e il 15/01 dell’anno successivo a quello di competenza.
Il versamento potrà essere fatto utilizzando il modello allegato (vedi all. D):
  1. negli sportelli della banca tesoriera Unicredit, a mezzo versamento sul c/c bancario intestato al Comune di Genova
  2. mediante bonifico bancario.
Alle stesse scadenze indicate per i versamenti, ossia sempre entro il 15/04, il 15/7, il 15/10 e il 15/01 dell’anno successivo a quello di competenza, i gestori dovranno anche dichiarare al Comune:
  1. numero di coloro che hanno pernottato presso la propria struttura nel periodo indicato
  2. eventuale numero dei soggetti esenti
  3. imposta dovuta e gli estremi del versamento della medesima
  4. eventuali ulteriori informazioni utili ai fini del computo della stessa.

Il resoconto trimestrale  dovrà essere reso secondo il modello allegato (vedi all. B) e inviato telematicamente a infoimpostadisoggiorno@comune.genova.it  oppure via fax 010 5572905.
Alla scadenza del 15/01 dell’anno successivo a quello di competenza, oltre al  resoconto trimestrale, i gestori dovranno inviare anche il riepilogo annuale, sempre secondo il modello predisposto dal Comune qui allegato (vedi all. C).

ATTENZIONE L’omessa o infedele dichiarazione comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 25,00 a 500,00 €.
Il punto di riferimento

Ufficio imposta di soggiorno  
Palazzo Galliera
entrata da Palazzo Tursi in via Garibaldi 9 
tel. 010 557 2851/2864/2737
fax 010 5572879.
e-mail infoimpostadisoggiorno@comune.genova.it.
orario pubblico
martedì e giovedì 9/12 e 15/16.30
Il presente vademecum vuole essere un aiuto per i gestori delle strutture ricettive che si trovano ad applicare per la prima volta l’imposta di soggiorno.
In ogni caso, per completezza, si rimanda alla lettura del regolamento.
 

Ultimo aggiornamento: 01/02/2016
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8