Mercati coperti/scoperti e merci varie
I mercati possono essere:
  • mercati rionali coperti e scoperti con svolgimento giornaliero.
  • mercati di merci varie che si svolgono con cadenza settimanale o bisettimanale.
Contabilità dei canoni mercatali

L'utilizzo commerciale di ogni spazio pubblico necessita di un atto di concessione correlato all'obbligo di versare un canone parametrato al tipo di utilizzo e alla superficie occupata.
Nei mercati comunali viene concesso l'uso dei posteggi il cui regime di pagamento cambia a seconda che il mercato sia su strada o all'interno di un edificio comunale.
Nei mercati su strada, comunemente chiamati  Mercati di Merci Varie e Mercati scoperti,  le tariffe sono disposte dal Regolamento COSAP e sono esenti IVA.
In caso di cessione di ramo di azienda, costituito dall'attività di mercato, il canone del bimestre compete all'intestatario della concessione al primo giorno del bimestre (bimestre non frazionabile).
La vigilanza  assegna, dalle ore 7 a.m. , con procedimento di spunta , i posteggi rimasti vuoti nei mercati di Merci varie.  A tale procedimento sono ammessi gli operatori  titolari di Aut.ni  tipo "B" (itinerante) o tipo "A" (con posteggio) rilasciata per un mercato che si svolge in giornata diversa.
L'assegnazione del posteggio giornaliero  avviene tramite consegna al Vigile del mercato di  Tickets  ritirabili  presso il Matitone - via di Francia 1, Torre Nord, piano 12° - Ufficio Mercati.
Il pagamento dell'importo dovuto per l'acquisto dei tickets dovrà essere effettuato attraverso il sistema PagoPA  accedendo al servizio online tramite il link  indicato in calce:
https://pagamenti.comune.genova.it/mip-portale/InitServizio.do?idServizio=PATAR
I mercati coperti sono soggetti a fatturazione  con  IVA ordinaria.
In caso di mancato pagamento, l'Ufficio procede all'invio di una nota di sollecito bonario al 2° bimestre non pagato (per i mercati coperti si riporta la segnalazione in fattura); in caso di mancato pagamento di 3 bimestri viene avviato il procedimento di decadenza della concessione.

Subingressi nei mercati sia coperti che scoperti e merci varie

In caso di cessione di azienda o ramo di essa, costituito dall'attività di mercato, dopo l'atto di cessione a qualsiasi titolo,  occorre procedere alla istanza di  subingresso del posteggio e in tal caso:
  • ­costituisce causa di diniego al subingresso l’esistenza di morosità delle parti  nei confronti del Comune, per debiti inerenti il pagamento del canone (art. 76 Regolamento comunale, adottato con delibera C.C.   57/2010 e s.m.i.);
  • ­l'atto di cessione o affittanza di azienda non consente l'utilizzo del posteggio se non è stato comunicato il subingresso all'Ufficio mercati rionali di questa Direzione; ­
  • entrambe le parti devono essere  in regola con i versamenti INPS e/o INAIL;
  • la ricevuta del versamento dei diritti di concessione va allegata al subingresso all'atto della trasmissione mediante PEC pena il mancato avvio del procedimento.
Diritti di concessione:
  • Mercati rionali coperti:  € 234,00# + 0,52 (diritti di segreteria)
  • Mercati rionali scoperti: € 234,00# + 0,52 (diritti di segreteria)  
  • Mercati di merci varie:  € 105,00# + 0,52 (diritti di segreteria)
per ogni singola giornata di mercato.

Ultimo aggiornamento: 31/05/2018
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8