Glossario
banner glosssario

Alimentazione umana
eating habits / food habits

Scelta e consumo consapevole da parte dell’individuo di alimenti e bevande nelle loro varie combinazioni. È influenzata da fattori biologici e non biologici (relazionali, psicologici, sensoriali, socio culturali etc.). Con tale termine si indica anche la disciplina che si interessa di questi argomenti.

Alimento
food

Prodotto non trasformato, semitrasformato o trasformato, in tutto o in parte edibile, destinato al consumo da parte dell’essere umano. In esso possono essere presenti - in varia combinazione macronutrienti, micronutrienti e altre sostanze d’interesse nutrizionale, ed anche sostanze che non hanno rilevanza nutrizionale. Gli alimenti si distinguono per l’origine animale, vegetale o minerale.

Alimento arricchito
enriched food

Alimento addizionato di micronutrienti e/o altre sostanze di interesse nutrizionale per generici obiettivi salutistici e/o per recuperare le perdite di tali sostanze avvenute durante i processi di trasformazione.

Alimento biologico
organic food

Alimento ottenuto con tecniche di agricoltura/allevamento biologico. Produzione e commercializzazione sono regolate da specifiche norme. Il termine non indica particolari caratteristiche nutrizionali del prodotto.

Alimento dietetico
dietetic food

Prodotto alimentare trasformato e formulato in maniera specifica, in molti casi da utilizzare su prescrizione e sotto la sorveglianza di un medico, che ha obiettivi nutrizionali precisati e composizione definita. Si distingue nettamente dagli alimenti di consumo corrente ed è destinato all’ alimentazione completa o parziale di: pazienti con alterazioni metaboliche o malassorbimento; categorie di individui in particolari condizioni fisiologiche; lattanti e bambini nella prima infanzia. Produzione e commercializzazione sono regolate da una specifica normativa.

Alimento fortificato
fortified food

Alimento che, sulla base di accertate evidenze scientifiche e di ca¬renze attese nella popolazione, attraverso specifici processi tecnologici è addizionato di micronutrienti con l’intento di aumentare la loro assunzione nei singoli individui.

Alimento funzionale
functional food

Alimento che, sulla base di evidenze scientifiche certe, si attende possa influenzare positivamente una o più funzioni fisiologiche dell’organismo al di là dei suoi effetti nutrizionali in senso stretto. Inserito nella dieta abituale, non esercita necessariamente effetti benefici su tutti gli individui che ne fanno uso. In assenza di una definizione ufficiale a livello europeo, tale termine andrebbe limitato ai prodotti che rispettano le normative relative alle indicazioni sulla salute.

Alimento OGM
genetically modified (GM) food

Alimento che contiene uno o più ingredienti che derivano da organismi OGM.

Alimento spazzatura
junk food

Alimento che per la sua composizione e/o modalità di preparazio­ne è in evidente contrasto con i criteri di una sana alimentazione. Dal momento che il singolo alimento ha effetti che dipendono non solo dalla sua composizione ma anche dalle quantità presenti nella dieta, si fa riferimento a prodotti la cui frequenza di consumo può essere significativa nei singoli individui.
 

Alimento tradizionale
traditional food

Alimento conforme a usanze stabilite e tradizioni riconosciute dal¬la comunità. Inoltre ha caratteristiche che lo distinguono da altri prodotti della stessa categoria di alimenti per: uso di ingredienti tradizionali e locali; una ricetta storicamente accettata; un tipo particolare di preparazione casalinga o industriale; un consumo che tende ad essere limitato, almeno inizialmente, a una specifica area geografica.

Dieta
diet

Con significato esteso, alimentazione abituale. Con significato più limitato, alimentazione quantitativamente e qualitativamente definita, rivolta a conseguire scopi preventivi o terapeutici. Nell’antica medicina greca definiva il complesso delle norme di vita (alimentazione, attività fisica, riposo etc.) atte a mantenere lo stato di salute.

Educazione alimentare
nutrition education

Applicazione delle strategie e dei modelli dell’educazione alla salute nel settore dell’alimentazione e della nutrizione umana (e per estensione, dell’attività fisica). L’educazione alimentare è un processo che mira ad influenzare i comportamenti, in modo rilevante per la salute, attraverso modifiche delle conoscenze, delle abilità biopsichiche e degli atteggiamenti degli individui e nella collettività.

Etichetta nutrizionale
food nutrition label, nutrition facts label

Insieme di informazioni presenti, secondo una normativa specifica, sull’etichetta di un prodotto alimentare e relative al suo valore energetico e al suo contenuto in nutrienti.

Fabbisogno nutrizionale
nutrient requirement

Quantità di energia e di nutrienti necessaria a garantire lo stato di salute e benessere dell’individuo per una composizione corporea ed un livello di attività fisica ottimali. Si tiene anche conto delle ne¬cessità legate a crescita e sviluppo dell’organismo, alla gravidanza e all’allattamento. Non corrisponde necessariamente alle necessità individuali.

Gruppo di alimenti
food group

Insieme di alimenti che presentano comune origine nella produzio¬ne primaria e/o analoga composizione in nutrienti e/o simili caratte¬ristiche come prodotti commerciali.

Indicazione
claim

Qualunque messaggio o rappresentazione, anche grafica o simbolica, che affermi o suggerisca che un alimento ha particolari caratteristiche.

Indicazione nutrizionale
nutrition claim

Indicazione che afferma o suggerisce che un alimento ha particolari caratteristiche nutrizionali benefiche perché contiene in propor¬zioni ridotte o aumentate energia e/o nutrienti e/o altre sostanze di interesse nutrizionale. Il suo utilizzo è regolato da una specifica normativa.

Ingrediente
ingredient

Qualsiasi sostanza, compresi gli additivi e gli enzimi, utilizzata nella fabbricazione e/o preparazione di un prodotto alimentare e ancora presente nel prodotto finito, eventualmente anche in forma modificata. Sono esclusi contaminanti e adulteranti. Si tratta di un termine utilizzato soprattutto nella formulazione di ricette e menu, nelle tecnologie alimentari, nelle etichette degli alimenti e comunque in ambito normativo.

Linee guida per la sana alimentazione
dietary guidelines

Indicazioni e raccomandazioni sulla dieta e sullo stile di vita (ad esempio sull’attività fisica) formulate per la popolazione generale e/o suoi segmenti al fine di migliorare o preservare lo stato di salute e benessere. Sono rivolte agli operatori sanitari, alle parti interes¬sate e - in modo diretto o mediato - ai singoli individui appartenenti alla popolazione.

Macronutriente
macronutrient

Nutriente presente nella dieta in quantità elevate che ha definiti effetti nutrizionali, un ruolo metabolico certo ed è fonte di energia per l’organismo umano. Sono macronutrienti: proteine - peptidi - aminoacidi, carboidrati e grassi. Per fibra alimentare ed alcool vedi sostanza non nutriente di interesse nutrizionale.

Micronutriente
micronutrient

Minerale o vitamina presente nella dieta in quantità ridotte (gram¬mi, milligrammi, microgrammi). Non è fonte d’energia, ma ha defi¬niti effetti nutrizionali e un ruolo certo nel metabolismo dell’orga¬nismo umano.

Nutriceutico
nutraceutical

Termine derivato da nutriente e farmaceutico. Sostanza originariamente contenuta negli alimenti, poi isolata o ottenuta per sintesi; al nutriceutico sono attribuiti effetti positivi sulla salute dell’uomo e un ruolo preventivo per una o più malattie, in modo inappropriato se in assenza di evidenze scientifiche.Se utilizzato con finalità terapeutiche, è sinonimo di farmaconutriente e il suo impiego rispetta criteri farmacologici (vedi Farmaconutrizione). Può essere presente negli alimenti funzionali, nei prodotti dietetici, nei supplementi nutrizionali orali e nei prodotti per la nutrizione artificiale.

Nutriente
nutrient

Sostanza che, assorbita nel tratto gastrointestinale, ha un ruolo definito nei processi fisiologici e nel metabolismo dell’organismo umano. Sono nutrienti: acqua, proteine - peptidi - aminoacidi, car-boidrati, grassi, minerali e vitamine. Per quanto concerne fibra ali¬mentare ed alcool vedi la voce sostanza non nutriente di interesse nutrizionale.

Nutrizione
nutrition

Quanto serve a nutrire con riguardo alla qualità o alla quantità. In senso più specifico, indica il complesso dei processi biologici che con¬sentono o condizionano la crescita, lo sviluppo e l’integrità dell’or¬ganismo vivente (animale o vegetale) in relazione alle disponibilità di energia, nutrienti e altre sostanze d’interesse nutrizionale.

Obesità
obesity

Malnutrizione per eccesso con marcato aumento della massa adiposa, di entità maggiore rispetto al sovrappeso. Si definisce rispetto a valori soglia convenzionali di indice di massa corporea (variabili per etnia, genere, età e altezza)

Organismo geneticamente modificato(OGM)
genetically modified organism (GMO)

Organismo il cui patrimonio genetico contiene anche DNA ricombinante. Il materiale genetico in esso presente è stato pertanto modificato utilizzando tecniche di ingegneria genetica. Gli OGM possono essere organismi vegetali, organismi animali o microorganismi.

Ristorazione
catering industry

Insieme di attività inerenti la preparazione e la somministrazione in locali pubblici di alimenti e bevande consumate sul posto. Può esse¬re classificata in due grandi tipologie: a) ristorazione commerciale, caratterizzata dal servizio fornito ad ospiti di alberghi e ristoranti aperti al pubblico; b) ristorazione collettiva (vedi).

Ristorazione collettiva
foodservice for group care facilities and communities

Insieme di attività inerenti la preparazione e la fornitura e il con¬trollo economico e qualitativo di pasti a persone che lavorano e/o vivono in collettività, quali aziende, amministrazioni, scuole, ospe¬dali, strutture residenziali protette ed ogni altra organizzazione pubblica o privata, in grado di assicurare l’alimentazione dei suoi appartenenti.

Servizio Igiene degli Alimenti e Nutrizione
public health nutrition unit for nutrition and food safety

Struttura sanitaria territoriale (SIAN) presente nel Dipartimento di Prevenzione e articolata in due aree funzionali: Igiene degli Ali¬menti e delle Bevande, e Igiene della Nutrizione. Quest’ultima opera nella prevenzione primaria attraverso le seguenti attività: Sorve¬glianza Nutrizionale, Educazione Alimentare, Nutrizione Collettiva e Dietetica Preventiva.

Sorveglianza nutrizionale
nutrition surveillance

Sistema coordinato di raccolta continuativa di dati rapidamente ana¬lizzati per documentare presenza e distribuzione in una popolazione di carenze, eccessi o stati morbosi associati o mediati dalla dieta. La sorve¬glianza nutrizionale ha lo scopo di stabilire cause, di individuare tenden¬ze (nel tempo, nel territorio, negli strati sociali etc.) di predire modifiche e di consentire un preciso orientamento delle misure correttive e preven¬tive.

Sostanza non nutriente d’interesse nutrizionale
substance of nutritional interest

Sostanza presente negli alimenti e/o nelle bevande che non ha le caratteristiche di un nutriente, ma che può avere un effetto sullo stato di salute e benessere dell’individuo. In tale categoria sono compresi: alcool, fibra alimentare e componenti bioattivi degli alimenti.

FONTE Glossario FeSIN - Alimentazione e Nutrizione in Parole
Ultimo aggiornamento: 20/11/2018
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Numero Unico: 010.1010
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8