Acconciatori e estetiste
Importante: Si avvisa l'utenza che per il periodo che va dal 1 giugno al 30 settembre 2018 l'ufficio  riveve solo previo appuntamento telefonico o via email suap@comune.genova.it

Per aprire un'attività di acconciatore e di estetista bisogna presentare segnalazione certificata  di inizio attività (S.C.I.A.) al SUAP (Sportello unico attività produttive) del Comune.
La S.C.I.A., ai sensi del D.P.R. 160/2010, deve essere spedita via P.E.C. (Posta Elettronica Certificata) - firmata digitalmente - in formato PDF.p7m al seguente indirizzo comunegenova@postemailcertificata.it oppure tramite il portale Impresa in un giorno http://www.impresainungiorno.gov.it/
L’attività può essere iniziata dalla data di trasmissione della segnalazione, correttamente compilata e corredata della documentazione richiesta e se in regola con le normative di settore. Entro 30 giorni dall’inoltro della S.C.I.A., corredata dagli estremi di avvenuta ricezione P.E.C., la stessa deve essere trasmessa alla locale Camera di Commercio.
Copia della S.C.I.A. deve essere conservata nell’esercizio con la ricevuta di avvenuta trasmissione P.E.C./Portale  Impresainungiorno
Analoga procedura di trasmissione con P.E.C./Portale Impresainungiorno deve essere seguita anche per i casi di cui alla modulistica sotto elencata.
Per  la sola attività di acconciatore  deve essere trasmessa la comunicazione di orario di lavoro effettuato (max consentito ore 50/settimanali - domenica chiuso).

A decorrere dal 14.09.2012 per la nomina a Direttore Tecnico di entrambe le attività è richiesta l’iscrizione  al Repertorio delle notizie economico-amministrative (REA) presso la  Camera di Commercio contestualmente alla trasmissione della Segnalazione Certificata di inizio attività..

Requisiti necessari
Caratteristiche generali locali:
I locali devono rispettare le norme del Regolamento edilizio, di Urbanistica, della destinazione d’uso e catastale (C1 e C3).  I locali nei quali sono eseguite le attività di acconciatore e di estetista  devono avere un’altezza minima di mt. 2,70 ed essere in possesso di certificato di agibilità con specifica destinazione d’uso per attività commerciale.  Devono essere areati sì da garantire n. 5 ricambi d’aria/l’ora e dotati di pavimenti e pareti di materiale  lavabile e disinfettabile. Devono essere dotati di bagno ed antibagno.
Per gli estetisti: le cabine di lavoro devono avere una superficie minima di mq. 4.
Per gli acconciatori: Si consiglia la lettura del Regolamento pubblicato.
Nel caso di consumo idrico giornaliero  superiore a mc. 1 al momento di massima attività, occorre presentare istanza di Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) ai sensi del DPR n. 59/2013.

Per ulteriori informazioni in merito all'aspetto igienico-sanitario dei locali si consiglia di rivolgersi:
ASL 3 Genovese - Igiene e sanità pubblica
Direzione: Via I. Frugoni n. 27 - Genova
tel. 010 8494902 - 8496313 

Requisiti professionali richiesti
Per acconciatori: abilitazione professionale rilasciata dalla Commissione Provinciale per l’Artigianato/Provincia /Regione - Legge 174/05 s.m.i.
Per estetisti: qualificazione professionale rilasciata dalla Commissione provinciale per l'artigianato/Provincia/Regione - Legge 01/1990 s.m.i.

Normativa di riferimento
Ultimo aggiornamento: 28/06/2018
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8