Serramenti e impianti di riscaldamento
nuovi per 162 alloggi a San Pietro di Prà

La Giunta vara un piano di risanamento energetico per alcuni edifici di edilizia popolare. Consumo di combustibile ridotto del 50%. Un intervento per metà finanziato con fondi europei. Fracassi: “Negli alloggi Erp la spesa per il riscaldamento spesso supera l’affitto”

Testo Alternativo
Due progetti di riqualificazione energetica che aumentano la qualità e il valore di alcuni palazzi di edilizia residenziale pubblica nel Quartiere San Pietro di Prà. Nuovi serramenti per un valore di 1.397.630 euro e un più efficiente impianto termico per una spesa di 602.370 euro.

I due interventi si inseriscono nel Progetto Europeo R2Cities con l'obiettivo di ridurre il consumo di combustibile migliorando la coibentazione degli alloggi e l'efficienza degli impianti di riscaldamento.

I due edifici interessati, siti in via pavese e in via Vittorini, denominati "barre alte" (lato mare), sono costituiti da 162 alloggi distribuiti in 12 civici. La proposta è partita dagli assessori ai lavori Pubblici Gianni Crivello e dall'assessore alle politiche sociali Emanuela Fracassi.

"Il provvedimento nasce - ha detto Fracassi - da un finanziamento europeo di 1.032.000 euro. L'Europa ha posto condizioni difficilissime per accedere al contributo, e cioè, che la spesa non dovesse superare i 100 euro a metro quadrato e che il risparmio energetico toccasse il 50% del totale".

E' stato il dipartimento di Scienze dell'architettura dell'Università di Genova a studiare il modo per raggiungere questo traguardo. Dopo una fase di studio, che ha preso in considerazione molte tipologie di edifici Erp, la scelta è caduta nel Quartiere San Pietro, dove l’intervento poteva raggiungere gli obiettivi posti in due sole mosse: sostituzione delle pareti in vetro con serramenti nuovi in Pvc,  e modernizzazione dell'impianto termico con controllo autonomo.

"Negli alloggi Erp ha precisato e concluso l’assessore - il costo del riscaldamento spesso supera di gran lunga quello del canone d'affitto. Questo abbattimento dei costi agevolerà sicuramente le famiglie disagiate, spesso impossibilitate a sostenere entrambe le spese”.

I lavori verranno messi a gara entro la fine dell'anno ed entro sei mesi inizieranno i lavori. 
25 settembre 2014
Ultimo aggiornamento: 25/09/2014
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8