COSAP Cosa e Chi

L'occupazione suolo pubblico


Le occupazioni suolo, regolamentate da apposito regolamento COSAP del Comune di Genova, sono vincolate all'ottenimento di specifica autorizzazione/concessione e sono soggette al pagamento di un canone (COSAP)

I permessi relativi alla occupazione suolo devono essere richiesti agli specifici uffici competenti come specificato in questa pagina, mentre ogni aspetto relativo al pagamento del corrispettivo  (COSAP)  per le occupazioni permanenti viene gestito dalla Direzione Politiche delle Entrate e Tributi-Ufficio COSAP.

Tipologie di occupazione (Capo III regolamento per l'applicazione del canone)

  • Spazi sottostanti e sovrastanti al suolo pubblico
  • Passi carrabili
  • Occupazioni per attività di noleggio/custodia
  • Occupazioni realizzate a mezzo di mestieri girovaghi/artistici e banchetti per raccolta firme, distribuzione materiale, lotterie
  • Occupazione di aree scoperte destinate a parcheggi a pagamento
  • Parcheggi di autovetture ad uso pubblico (taxi)
  • Occupazioni di suolo pubblico per l'esercizio del commercio
  • Occupazioni di spazi pubblici per affissioni e pubblicità (vedi sezione specifica)
  • Distributori di carburanti
  • Occupazioni per attività edilizie (ponteggi e cantieri temporanei)

Permessi
Attività commerciali (occupazioni suolo correlata ad esercizi commerciali)

Il Canone Occupazione Suolo (COSAP)

L'atto di concessione ad occupare il suolo pubblico è il documento che consente l'occupazione, stabilisce i diritti e gli obblighi del concessionario, determina il canone e può essere rinnovata.
L'autorizzazione/concessione è necessaria anche nel caso in cui l'occupazione sia esente dal pagamento del canone.

Le concessioni od autorizzazioni sono rilasciate secondo le modalità e nei termini previsti dall'art. 3 del regolamento COSAP e sono sempre revocabili per comprovati motivi di pubblico interesse.

Il canone è calcolato in base alla superficie occupata, alla durata e tipologia dell'occupazione e alla tariffa riferita alla categoria viaria cittadina.

Le occupazioni realizzate senza l'autorizzazione/concessione sono considerate abusive e pertanto sanzionabili.
L'occupazione si dà per avvenuta in assenza di rinuncia esplicita scritta antecedente la data di inizio occupazione.

Chi deve presentare la domanda


Deve presentare la domanda:
  • chiunque intenda occupare, anche in modo temporaneo, una porzione di spazio o area pubblica (proprietario o titolare di diritto reale)
  • chi deve modificare la concessione in quanto la superficie dell’occupazione è stata segnalata o rilevata all’origine in modo sbagliato (es. è stato segnalato in sede di autorizzazione un passo carraio di tre metri anziché di cinque)
  • chi deve ottenere la voltura di occupazioni già concesse
  • chi deve chiedere la cessazione dell’occupazione

Il canone è dovuto dal titolare dell’atto di concessione o, in mancanza, dall’occupante di fatto, che è anche soggetto passivo del canone.

Nel caso di più occupanti di fatto di suolo pubblico, questi sono tenuti in solido al pagamento del canone.
In caso di uso comune del suolo pubblico, è soggetto passivo ciascuno dei contitolari dell'occupazione ma è sufficiente che uno solo paghi il canone, in quanto esso è commisurato alla superficie occupata.

Documenti correlati :
Regolamento COSAP 2016
Ultimo aggiornamento: 03/03/2017
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8