Imposta di soggiorno. Vademecum per gli operatori
INFO IMPORTANTI (10 luglio 2018)

AVVISO PER LE STRUTTURE RICETTIVE CHE NON HANNO ANCORA RICEVUTO L’ACCREDITO:

Le strutture che non hanno ancora ricevuto la mail di accredito e che quindi non sono ancora registrate devono:

1.   Inviare mail a assistenza@gruppoas.it

2.   Attendere mail di risposta con le credenziali di accesso

3.   Una volta ricevute le credenziali possono collegarsi al link:
      tourtax.servizienti.it/Genova

4.   In caso di difficoltà tecniche si ricorda che è operativo il servizio di tutoraggio:
      
081 8427167


______________________________________________________________

video tutorial





link Tracciato Record del Flusso CHECK-OUT


_________________________________________________________________

Novità su imposta di soggiorno

                   
Si informa che, a partire dal mese di luglio 2018, il Comune di Genova metterà a disposizione un software di gestione che consente l’inserimento e l’invio, online, dei dati trimestrali e annuali. 

Per facilitare le strutture in questa fase di cambiamento, verranno effettuati incontri informativi dedicati agli operatori nella settimana dal 9 al 12 luglio, come da calendario che verrà pubblicato nei prossimi giorni.

Si informa, pertanto, che per quanto riguarda il secondo trimestre 2018 e quindi a partire dal mese di luglio  2018 non sarà più possibile utilizzare le vecchie modalità e gli allegati B.

Al più presto ciascuna struttura verrà contattata, via mail, per procedere alla registrazione online, secondo le istruzioni allegate.

E’  stato inoltre previsto un servizio di tutoraggio che risponderà al numero telefonico 081 8427172 o via mail all’indirizzo assistenza@gruppoas.it e sarà contattabile, a partire dal 9/07/2018,  dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17.30.

Pertanto, da luglio 2018 non sarà più possibile accettare le vecchie modalità di compilazione manuali dei dati.

La Direzione e l’Ufficio Imposta di Soggiorno restano comunque a disposizione per ogni chiarimento telefonando al n. 010 5572851 o inviando una mail a:  infoimpostadisoggiorno@comune.genova.it

_____________________________________________________________________________________________

Con delibera C. C. 5 del 7 febbraio /2012 è stata istituita l’imposta di soggiorno e approvato il relativo regolamento in vigore dal 1° marzo 2012.
Le tariffe da applicare sono state adottate con deliberazione G.C. 40 del 1/3/2012.
I gestori delle strutture ricettive applicano ai propri ospiti le tariffe approvate dal 2 aprile 2012.

Chi è soggetto all’imposta e quanto deve pagare

Soggetti passivi sono coloro che non risiedono nel Comune di Genova e pernottano nelle strutture ricettive che hanno sede nel territorio comunale.Per strutture ricettive si intendono quelle individuate e definite dalla legge regionale sul turismo
(L.R. 2 /08).
In funzione del tipo e della categoria delle strutture ospitanti, l’Amministrazione per l’anno 2012 ha adottato queste tariffe:
Tipo Strutture Costo giornaliero in €
strutture ricettive alberghiere da 1 a 3 stelle 1
strutture ricettive alberghiere a 4 stelle 2
strutture ricettive alberghiere a 5 stelle 3
altre strutture ricettive (case per ferie, ostelli per gioventù, rifugi alpini ed escursionistici, affittacamere, bed & breakfast, case e appartamenti per vacanze, appartamenti ammobiliati a uso turistico, aree di sosta, mini aree di sosta, agriturismo) 1
Le  tariffe sono da intendere per persona e devono essere moltiplicate per il numero di pernottamenti, fino a un massimo di 8 consecutivi.
Se i pernottamenti consecutivi sono più di 8, dal 9° in avanti non è dovuta l’imposta di soggiorno.
Se la consecutività si interrompe, si ricomincia il conteggio per i successivi pernottamenti.
Esempio
Hotel Bianchi (4 stelle) -  Il signor Mario Rossi soggiorna per 3 notti consecutive ad aprile, la signora Anna Neri soggiorna per 12 notti consecutive ad aprile, il sig. Giorgio Verdi soggiorna per 10 notti consecutive a aprile e per 3 notti consecutive a maggio.

Mario Rossi  € 2 x 3 notti = €  6
Anna Neri      € 2 x 8 notti = € 16
Giorgio Verdi: € 2 x 8 notti (aprile) =  16 € a aprile
                     € 2 x 3 notti (maggio) =  6 € a maggio

Al momento del pagamento della ricevuta/fattura fiscale, l’ospite deve pagare anche l’imposta di soggiorno.
La struttura ricettiva dà conto dell’avvenuto pagamento con l’indicazione specifica dell’importo dell’imposta nella stessa ricevuta/fattura fiscale oppure mediante rilascio di ricevuta a parte con l’indicazione della sola imposta di soggiorno.
Le esenzioni

Sono esenti dal pagamento dell’imposta di soggiorno:

  1. minori fino al 14° anno di età
  2. persone che soggiornano in città per sottoporsi a terapie in strutture sanitarie sul territorio genovese e un accompagnatore per paziente
  3. persone che assistono degenti ricoverati in strutture sanitarie sul territorio comunale, fino a 2 accompagnatori per paziente
  4. appartenenti a forze o corpi di polizia, statali e locali, nonché del corpo nazionale dei vigili del fuoco e della protezione civile che soggiornano per esclusive esigenze di servizio
  5. soggetti che soggiornano a spese dell’Amministrazione comunale
  6. studenti universitari, di età non superiore ai 26 anni, iscritti all'Università di Genova, previa esibizione del tesserino universitario
  7. soggetti che alloggiano in strutture ricettive, a seguito di provvedimenti adottati da autorità pubbliche, per fronteggiare situazioni di carattere sociale, nonché di emergenza conseguenti ad eventi calamitosi o di natura straordinaria o per finalità di soccorso umanitario

ATTENZIONE Perché l’esenzione possa essere applicata alle persone indicate alle lettere b) e c), le stesse devono autocertificare la sussistenza dei presupposti, ossia la sottoposizione a terapie e/o l’assistenza a persone che effettuano le terapie o sono degenti presso le strutture sanitarie della città.
L’autocertificazione dovrà essere presentata alla struttura ricettiva redigendo l’apposito  modello qui allegato messo a disposizione dall’amministrazione  (vedi all. A).

ATTENZIONE In data 08/02/2018 il Comune di Genova, con Deliberazione della Giunta Comunale n. 15/2018, ha stabilito la nuova misura dell’Imposta di Soggiorno, che entrerà in vigore a partire dal 16 Aprile 2018.

Lo schema di variazione è il seguente:

Classificazione Vecchia
tariffa
Aumento Nuova tariffa
5*
3€ + 1,5€ 4,5€
4* 2€ + 1€ 3€
3* 1€ +0,5€ 1,5€
2* 1€ +0,5€ 1,5€
1* 1€ +0,5€ 1,5€
Strutture
extra-alberghiere
1€ +0,5€ 1,5€

Obblighi e adempimenti delle strutture

Obblighi di informazione

I gestori sono tenuti a informare e aggiornare:
  • i propri ospiti, utilizzando spazi dedicati, dell’applicazione e dell’entità dell’imposta di soggiorno che gli stessi dovranno pagare e indicare i casi di esenzione
  • i tour operator, gli agenti di viaggio o altri soggetti con i quali stipulano contratti sull’entrata in vigore dell’imposta di soggiorno  e sulle tariffe applicate nelle singole strutture. Questi ultimi, a loro volta, dovranno darne tempestiva comunicazione ai loro clienti, prima della partenza programmata, e informarli che l’imposta dovrà essere da loro pagata direttamente alla struttura ricettiva.

Obblighi di versamento e rendicontazione

Ogni trimestre, tassativamente entro il 15° giorno successivo alla scadenza, i gestori devono versare al Comune di Genova l’imposta di soggiorno applicata.
Le scadenze sono dunque il 15/04, il 15/7, il 15/10 e il 15/01 dell’anno successivo a quello di competenza.
Il versamento potrà essere fatto utilizzando il modello allegato (vedi all. D):
  1. negli sportelli della banca tesoriera Unicredit, a mezzo versamento sul c/c bancario intestato al Comune di Genova
  2. mediante bonifico bancario.
Alle stesse scadenze indicate per i versamenti, ossia sempre entro il 15/04, il 15/7, il 15/10 e il 15/01 dell’anno successivo a quello di competenza, i gestori dovranno anche dichiarare al Comune:
  1. numero di coloro che hanno pernottato presso la propria struttura nel periodo indicato
  2. eventuale numero dei soggetti esenti
  3. imposta dovuta e gli estremi del versamento della medesima
  4. eventuali ulteriori informazioni utili ai fini del computo della stessa.


ATTENZIONE L’omessa o infedele dichiarazione comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 25,00 a 500,00 €.
Il punto di riferimento

Ufficio imposta di soggiorno

Il presente vademecum vuole essere un aiuto per i gestori delle strutture ricettive che si trovano ad applicare per la prima volta l’imposta di soggiorno.
In ogni caso, per completezza, si rimanda alla lettura del regolamento.
 

Ultimo aggiornamento: 16/07/2018
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8