Voto assistito
Gli elettori affetti da infermità, come non vedenti, amputati alle mani, affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità tale da non consentire l'autonoma espressione di voto, possono avvalersi dell'assistenza in cabina di componente della propria famiglia (o di un altro accompagnatore di fiducia) iscritto/a nelle liste elettorali di un Comune della Repubblica.
 
In base alla Legge 17 del 15 febbraio 2003 l'elettore non deve procurarsi la necessaria documentazione medica in occasione di ogni consultazione, ma può richiedere l'annotazione del diritto di voto assistito sulla tessera elettorale, con l'inserimento di un codice, apposto nel rispetto delle vigenti norme in materia di riservatezza.
 
Documentazione necessaria
  1. Certificazione medica rilasciata dalla ASL (vedere elenchi ambulatori e medici) che specifichi l'impossibilità ad esercitare in modo autonono il diritto di voto
  2. Tessera elettorale
  3. Documento di riconoscimento.
Dove recarsi
L'elettore può richiedere l'annotazione del diritto al voto assistito recandosi all'Ufficio Elettorale  - 1° piano - in Corso Torino 11 (orari di apertura) con la documentazione necessaria.
In caso di impossibilità ad accedere all'Ufficio, la richiesta potrà essere presentata da persona di fiducia dell'elettore interessato.
 
OGNI ELETTORE PUO' ESERCITARE LA FUNZIONE DI ACCOMPAGNATORE UNA SOLA VOLTA: A QUESTO FINE SULLA SUA TESSERA ELETTORALE IL PRESIDENTE DI SEGGIO APPORTERA' APPOSITA ANNOTAZIONE.
Ultimo aggiornamento: 30/01/2018
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8