Violenza di genere - Campagna

Perché parlare di violenza di genere

Ogni 2 giorni in Italia una donna viene uccisa dal partner, dall’ex o da un familiare. E ancora oggi solo il 7,2% delle donne che subiscono, in diverse forme, violenza lo denuncia. Abusi e prevaricazioni rischiano di non essere socialmente riconosciuti come tali, neppure dalle donne stesse.
Anche per questo la violenza sulle donne riguarda tutte e tutti: si tratta di un fenomeno che attraversa classi sociali, fasce d’età, livelli di istruzione e di reddito, nazionalità, appartenenze culturale e religiosa. Nessuno può dirsi immunizzato.
Riguarda le donne, che subiscono violenza, sia essa psicologica, fisica, sessuale o legata ad una disparità economica, e parimenti riguarda gli uomini che la agiscono.
Benché esistano ormai da molti anni significative esperienze di contrasto e aiuto, nonché riflessioni e studi sulla violenza nelle relazioni, il tema della violenza di genere fatica a raggiungere, in Italia, lo statuto di problema sociale, culturale, politico.
Lo testimonia il modo in cui i media raccontano i troppo numerosi episodi di omicidio di donne da parte di partner o ex-partner (il consueto riferimento alla gelosia e alla follia se non addirittura all’eccesso di amore, quando si tratta di italiani; barbarie imputabile ad un cultura arretrata, quando si tratta di stranieri). Dal punto di vista legislativo nazionale, si è avuta l’introduzione dell’ordine di protezione, che è un provvedimento preso dal giudice civile, e della legge contro lo stalking.
Tutto questo non basta. Se il tema ha carattere sociale e culturale, non possono bastare le leggi ad arginare la violenza. Né il supporto, pur indispensabile e doveroso civilmente, alle vittime.
E’ per questo che il Comune di Genova, pur ritenendo fondamentale il sostegno e il rafforzamento dei servizi a disposizione delle donne che subiscono violenza, ha scelto, in parallelo di portare avanti un’azione di sensibilizzazione e riflessione, che crediamo debba essere sempre più collettiva, sulle relazioni, sul nostro linguaggio, sull’uso delle immagini, sulla violenza che è in noi. Che non è appunto un problema individuale o familiare, come spesso i media trasmettono, ma sociale, culturale, politico.
Trovi dunque sul sito informazioni pratiche sui servizi presenti a Genova, sulle norme, sulle principali azioni intraprese dal Comune, ma anche uno stimolo ad approfondire con letture e film: perché parlare di violenza deve condurre tutti noi a pensare al significato delle nostre relazioni, a come ci comportiamo e ai giudizi che diamo a comportamenti e parole.
Ultimo aggiornamento: 04/03/2015
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8