TASI News
01/01/2017
In base al Decreto del 7/12/2016 - Min. Economia e Finanze la misura del saggio degli interssi legali è fissata allo 0,1% in ragione d'anno, con decorrenza dal 1° gennaio 2017

01/01/2016
La Legge 28 Dicembre 2015 n.208 (Legge di stabilità 2016) ha introdotto:
  • abolizione della TASI sull’abitazione principale e relative pertinenze, ad eccezione delle unità immobiliari classificate    nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 (art. 1, comma 14, lett. a) e b)). L’abolizione riguarda anche gli immobili assimilati ad abitazione principale per legge e per regolamento.
  • è stata eliminata per i Comuni la possibilità di assimilazione ad abitazione principale per gli immobili concessi in comodato (art. 1, comma 10, lett. a).

01/01/2016
In base al decreto 11 Dicembre 2015 del Ministero dell' Economia e delle Finanze  il Tasso di Interesse Legale scende allo 0,2 % in ragione all'anno a partire dal 1° Gennaio 2016 .


03/06/2015
DICHIARAZIONE TASI
Con la Circolare n. 2/DF del 3 giugno 2015 il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha chiarito che non è necessaria l’approvazione di un apposito modello di dichiarazione TASI, essendo a tale scopo valido quello previsto per la dichiarazione dell’imposta municipale propria (IMU), approvato con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 30 ottobre 2012.
Tale determinazione risulta fondata sulla circostanza che le informazioni necessarie al comune per il controllo e l’accertamento dell’obbligazione tributaria, sia per quanto riguarda l’IMU sia per ciò che concerne la TASI, sono sostanzialmente identiche; per cui, in un’ottica di semplificazione degli adempimenti dei contribuenti e anche in vista della preannunciata riforma della tassazione immobiliare locale, non sussiste la necessità di emanare un nuovo modello di dichiarazione.


12/05/15
ACCONTO TASI - IMU 2015
In sede di acconto 2015 è possibile effettuare il versamento di TASI e IMU nella misura pari al 50% dell’imposta dovuta sulla base delle aliquote e delle detrazioni dell’anno 2014. In caso di eventuali variazioni stabilite dalla Delibera di Consiglio sarà possibile effettuare il conguaglio in sede di saldo, ovvero entro il 16 dicembre 2015.
Se la situazione del contribuente non è variata rispetto all’anno scorso è quindi possibile versare lo stesso importo dell’acconto 2014.
Eventualmente, sulla base delle aliquote e delle detrazioni dell'anno 2014, è anche possibile versare l'intera imposta del 2015, con conguaglio a saldo in caso di variazioni .
 Si evidenzia che a partire dall’anno 2015 è considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all’AIRE, già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso. Solo in questo caso si applica la TASI in misura ridotta di due terzi.
 Come chiarito dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, sono esclusi coloro che percepiscono un trattamento pensionistico erogato dallo Stato italiano. 
Si ricorda che la scadenza per l’acconto è il 16 giugno.

17/02/15
Fatta salva la scadenza del 28 Febbraio 2015, i soggetti che hanno presentato la richiesta di sospensione a seguito degli eventi alluvionali 2014, nel caso si trovino tutt'oggi in situazione di grave disagio economico, possono presentare, entro il 28/2/2015, una richiesta di rateazione degli importi dovuti, per un massimo di 5 rate mensili, con l'applicazione degli interessi nella misura dell' 1,5% (tasso di interesse legale maggiorato di un punto percentuale)

23/12/2014
E' stato deliberato il rinvio al 28 febbraio 2015 della scadenza per il pagamento di IMU -  TASI - TARI - COSAP per tutti coloro che hanno subito danni a seguito degli eventi alluvionali di Ottobre e Novembre 2014 previa presentazione, entro il 31.12.14, di autocertificazione attestante questo stato.
Ultimo aggiornamento: 21/02/2017
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8