Segnalazione danni a beni privati
Nella compilazione dei modelli tutti i soggetti interessati, comparto pubblico, soggetti privati ed assimilati, attività economiche e imprese agricole, devono seguire le istruzioni contenute nella procedura prevista dalla Delibera della Giunta regionale n.1562 del 16 dicembre 2011 e modificata dalle successive DGR n.1000/2015 e n.1052/2015.

I Comuni sono individuati quali centri di raccolta delle segnalazioni di danno occorso a beni di proprietà di soggetti privati ed assimilati (Associazioni, Fondazioni, Enti, anche religiosi, e istituzioni che perseguono scopi di natura sociale) tramite la compilazione del Mod. D (Mod. D0 Istruzioni compilazione).

Le segnalazioni di danno a beni privati devono essere trasmesse entro 30 giorni dall'evento.
Il conteggio dei giorni decorre a partire dal giorno successivo all'evento (che pertanto è il primo), e l'ultimo giorno utile per la presentazione della segnalazione è il trentesimo, seguendo le seguenti modalità di presentazione delle domande.

I modelli di segnalazione danno si trovano anche:


Modalità di presentazione dei modelli in caso di:

  • consegna a mano agli URP Uffici Relazioni con il Pubblico del Comune di Genova - fa fede la data del protocollo
  • trasmissione tramite posta raccomandata al Comune di Genova - Settore Protezione Civile via di Francia 1 - 16149 Genova - fa fede il timbro postale di partenza
  • trasmissione tramite PEC comunegenova@postemailcertificata.it - vale la data di partenza indipendentemente dalla data di protocollo di ricezione della pubblica amministrazione ricevente

Qualora il trentesimo giorno cada di domenica o comunque in giorno festivo è automaticamente prorogato al feriale immediatamente successivo.

Le schede di segnalazione danni Mod. D, pervenute al Comune di Genova entro i termini previsti, saranno inviate alla Regione Liguria in attesa della dichiarazione dello Stato di Emergenza da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’art. 5 della Legge 225/92 e ss.mm. e ii.

Le segnalazioni di danno presentate, e l’inserimento generale del danno occorso, sono necessarie per accedere a eventuali benefici, ma non danno diritto e non forniscono garanzia di erogazione degli stessi.

Solo a seguito dell’emissione di un apposito bando, sarà possibile partecipare alla richiesta di contributo per il danno subito a seguito dell’evento calamitoso e ricompreso nelle tipologie indicate dal bando stesso.
 

Ultimo aggiornamento: 28/08/2018
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8