Scissione FSU, precisazioni dell'assessore al Bilancio Pietro Piciocchi
a cura dell'Ufficio Stampa del Comune di Genova
Il Consiglio comunale di Genova, nella seduta odierna, ha approvato il progetto di scissione della società FSU detenuta attualmente per il 50% dal Comune di Genova e per il 50% da FCT, finanziaria del Comune di Torino, nonché il conseguente patto parasociale, in esecuzione delle previsioni della legge Madia e in coerenza con la delibera di ricognizione delle società partecipate assunta lo scorso settembre.
L’Assessore al Bilancio Pietro Piciocchi precisa: «La votazione è stata preceduta, questa mattina, da un’ampia discussione nella competente commissione consiliare dove sono state audite le organizzazioni sindacali e i membri del Collegio sindacale di FSU. Per effetto di tale decisione, che segna un’alleanza stabile con il Comune di Torino per i prossimi cinque anni , viene salvaguardato per il futuro il controllo pubblico di Iren e rafforzato il ruolo delle Città di Genova e di Torino nelle scelte strategiche del gruppo e nella capacità di attrarre investimenti sul nostro territorio».
data: 
13/03/2018
Ultimo aggiornamento: 13/03/2018
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8