Requisiti per l’accesso all’assegnazione di un alloggio di erp
Ai sensi dell’art. 5 della L.R.L. 10/2004 e s.m.i. i requisiti del nucleo familiare per conseguire l’assegnazione degli alloggi di erp sono:
  1. Essere cittadino italiano o di altro Stato dell’Unione Europea ovvero essere cittadino di uno Stato non aderente all’Unione Europea titolare di carta di soggiorno almeno biennale e che eserciti una regolare attività di lavoro subordinato o autonomo (art. 27, comma 6, L. n. 189/2002), ed avere compiuto il diciottesimo anno di età alla data di pubblicazione del bando
  2. Risiedere anagraficamente o prestare la propria attività lavorativa esclusiva o principale nel Comune di Genova. La residenza non è richiesta in caso di lavoratori emigrati all’estero o profughi e nel caso di lavoratori che, a seguito della perdita della precedente attività lavorativa esclusiva o principale, a causa di eventi a loro non imputabili presentino domanda nel Comune ove svolgeranno la nuova attività. Possono altresì partecipare al presente bando i lavoratori destinati a prestare servizio presso nuovi insediamenti o attività produttive nel Comune stesso. Inoltre, possono partecipare al bando anche i residenti dei Comuni ubicati nel Bacino di Utenza “H” (Genova, Arenzano, Bargagli, Busalla, Campo Ligure, Campomorone, Casella, Ceranesi, Cogoleto, Davagna, Isola del Cantone, Masone, Mele, Mignanego, Ronco Scrivia, Rossiglione, Sant'Olcese, Savignone, Serra Riccò, Tiglieto) che non hanno emanato nello stesso anno un bando di concorso per l’assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica
  3. Possedere un ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) dell’intero nucleo familiare non superiore a € 16.674,17. Sono ammessi anche i nuclei familiari monocomponenti che presentino un ISEE non superiore a € 20.270,56. Ai fini della partecipazione al bando, la situazione reddituale valutata è quella risultante dall’ultima dichiarazione presentata ai fini fiscali alla data di pubblicazione del bando stesso, mentre la situazione patrimoniale è riferita al valore del patrimonio al 31 dicembre dello stesso anno cui si riferisce il reddito di cui sopra. Nota bene: tutti i limiti ISEE previsti per l’accesso, la permanenza e la decadenza relativamente agli alloggi di edilizia residenziale pubblica, sono aggiornati annualmente sulla base della variazione accertata dall’ISTAT, dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati verificatasi al 30 giugno dell’anno precedente
  4. Non avere diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del  proprio nucleo familiare nell’ambito territoriale provinciale.E’ considerato alloggio adeguato l’immobile composto da un numero di vani, escluso gli accessori (angolo cottura, servizi igienici, ripostigli ed altri vani accessori), rapportato a quello dei componenti del nucleo familiare secondo le caratteristiche stabilite nell’apposita tabella. E’ da considerarsi inadeguato l’alloggio dichiarato inagibile con apposito provvedimento del Sindaco ovvero dichiarato non conforme alla normativa sul superamento delle barriere architettoniche allorché un componente del nucleo familiare sia disabile.

Tabella adeguatezza immobile
 
Numero componenti
nucleo familiare
Numero di stanze dell'abitazione
(compresa la cucina se abitabile)
  1 2 3 4 5 6 7
1              
2 X            
3 X X          
4 X X X        
5 X X X        
6 X X X X      
7 X X X X X    
8 X X X X X    
Più di 8 X X X X X    
“X” = condizioni di non adeguatezza delle abitazioni. Le rimanenti posizioni individuano alloggi adeguati al nucleo familiare. Per cucina abitabile si intende la cucina di almeno 8 mq.
  1. Non avere diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su uno o più beni immobili ubicati in qualsiasi località del territorio nazionale il cui valore complessivo di riferimento, ai fini dell’applicazione dell’Imposta Municipale Unica (IMU), sia superiore a € 104.278,95 corrispondente al valore medio - incrementato del 20% - degli alloggi di E.R.P. presenti nel bacino di utenza “H” (Genova, Arenzano, Bargagli, Busalla, Campo Ligure, Campomorone, Casella, Ceranesi, Cogoleto, Davagna, Isola del Cantone, Masone, Mele, Mignanego, Ronco Scrivia, Rossiglione, Sant'Olcese, Savignone, Serra Riccò, Tiglieto). Ai fini dell’accertamento del requisito predetto, non viene considerato il locale destinato all’attività lavorativa esclusiva o principale del richiedente.
  2. Non aver avuto precedenti assegnazioni in locazione di un alloggio di E.R.P. o di altro alloggio pubblico.E’ possibile, tuttavia, partecipare al bando qualora la perdita dell’alloggio sia avvenuta volontariamente (senza aver maturato alcuna morosità) e, quindi, non a seguito di provvedimenti amministrativi di annullamento e di decadenza e precisamente:
  • a)  non avere subito un provvedimento amministrativo di annullamento o di decadenza dall’assegnazione nei cinque anni antecedenti l’emanazione del bando
  • b)  non aver occupato abusivamente un alloggio pubblico nei cinque anni antecedenti l’emanazione del bando
  • c)  non aver subito un provvedimento di rilascio dell’alloggio a seguito di occupazione senza titolo nei cinque anni antecedenti l’emanazione del bando
  • d)  non aver avuto precedenti assegnazioni di alloggio E.R.P. cui è seguito il riscatto o l’acquisto ai sensi della L. n. 513/1977 o della L. n. 560/1993 o di altre disposizioni in materia di cessioni di alloggi E.R.P.
Tali condizioni sono accertate nei confronti di chiunque abbia già occupato un alloggio pubblico sia come titolare di contratto di locazione, sia come componente il nucleo familiare, sia a qualsiasi altro titolo. In ogni caso, non deve comunque sussistere una situazione di debito derivante dalla conduzione dell’alloggio precedentemente occupato.
  1. Non aver avuto precedenti assegnazioni, in proprietà immediata o futura, di un alloggio realizzato con contributi pubblici o con finanziamenti agevolati in qualunque forma concessi dallo Stato o da enti pubblici; tali requisiti non si applicano qualora l’alloggio non sia utilizzabile ovvero sia perito senza dar luogo al risarcimento del danno.


Casa - assegnazione alloggi edilizia residenziale pubblica

Requisiti per l’accesso all’assegnazione di un alloggio di erp
Dove
Indirizzo: 
Via Di Francia 1 - Matitone - piano 17°
Città: 
Genova
CAP: 
16149
Contatti e orari
Telefono: 
0105573612
Fax: 
0105573655
lunedi: 
9 - 12 (solo informazioni telefoniche)
martedi: 
9 - 13 (ricevimento pubblico)
mercoledi: 
9 - 12 (solo informazioni telefoniche)
giovedi: 
9 - 13 (ricevimento pubblico)
Note orario invernale: 
nelle altre giornate si riceve su appuntamento
Javascript is required to view this map.
Ultimo aggiornamento: 09/10/2017
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8