Servizi Sociali

REI Reddito di inclusione - Misura di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale

Il Reddito di inclusione REI disciplinato dal Decreto Legislativo 147 del 15.09.17 così come modificato dalla Legge 205 del 27 dicembre 2017, è una misura nazionale di contrasto alla povertà condizionata alla valutazione della condizione economica.

Erogato dal 1° gennaio 2018 sostituisce il SIA Sostegno per l'inclusione attiva e l'ASDI Assegno di disoccupazione.

I Comuni raccolgono le domande, svolgono i controlli di residenza e cittadinanza e inviano le domande a INPS che controlla i requisiti autodichiarati nel modulo di domanda, calcola il contributo spettante e da disposizione a Poste di inviare la carta REI al domicilio del richiedente.

Il ReI si compone di due parti:
  • un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta ReI)
  • un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà, predisposto dai servizi sociali del Comune e/o dai Centri per l’Impiego.
Il modulo per autocertificare il possesso dei requisiti e richiedere il ReI è in allegato ma può essere ritirato anche negli Sportelli del Cittadino, negli sportelli municipali individuati per la raccolta delle domande, presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico a Palazzo Ducale ed è scaricabile anche dal sito Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (http://www.lavoro.gov.it) e INPS (www.inps.it).

Il ReI nel 2018 sarà erogato alle famiglie in possesso di questi requisiti:

Requisiti di residenza e soggiorno

Il richiedente deve essere congiuntamente:
  • cittadino dell'Unione o suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.
N.B. Non possono fare domanda i cittadini non comunitari in possesso di permessi di soggiorno con scadenza.
  • residente in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento della presentazione della domanda.
Requisiti familiari

Il nucleo familiare deve trovarsi in almeno una delle seguenti condizioni:
  • presenza di un minorenne
  • presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore o un suo tutore
  • presenza di una donna in stato di gravidanza accertata (nel caso in cui sia l'unico requisito familiare posseduto, la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto e deve essere corredata da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica)
  • presenza di un componente che abbia compiuto 55 anni che si trovi in stato di disoccupazione

N.B. Per stato di disoccupazione si intende quanto definito all’art.19, c.1, del D. Lgs 150/2015 che stabilisce: “Sono considerati disoccupati i lavoratori privi di impiego che dichiarano, in forma telematica, al portale nazionale delle politiche del lavoro di cui all'articolo 13, la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa ed alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il centro per l'impiego”.

Ai fini della concessione del REI, ai sensi dell’art. 3, c. 3 del D. lgs 147/2017, si considerano in stato di disoccupazione anche i lavoratori il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo corrisponda a un’imposta lorda pari o inferiore alle detrazioni spettanti - ai sensi dell’art. 13, TUIR Testo Unico delle Imposte sui Redditi (DPR 917/1986 e successive modifiche) - rispettivamente € 8mila e € 4.800.

Requisiti economici

Il nucleo familiare deve essere in possesso di un’attestazione ISEE in corso di validità.
Se nel nucleo è presente un componente di età inferiore a 18 anni, sarà considerato l’ISEE minorenni; in assenza di minorenni nel nucleo, sarà considerato l’ISEE ordinario; in presenza di ISEE corrente (che aggiorna l’ISEE ordinario o l’ISEE minorenni) sarà comunque considerato quest’ultimo.

Nell’attestazione ISEE devono essere presenti congiuntamente:
  • un valore ISEE non superiore a  € 6mila
  • un valore ISRE (l'Indicatore reddituale dell'ISEE, ossia l'ISR diviso la scala di equivalenza, al netto delle maggiorazioni) non superiore a € 3mila 
  • un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a € 20mila 
  • un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) non superiore a €10mila (ridotto a € 8 mila per la coppia e a € 6 mila per la persona sola).

Elenco Sportelli per raccolta delle domande REI (I residenti nel Comune di Genova devono rivolgersi allo sportello del Municipio di appartenenza)

In allegato
Reddito di Inclusione: a chi si rivolge e come richiederlo
Modulo domanda

Ultimo aggiornamento: 24/05/2018
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8