"Insieme per Sottoripa".  A gennaio parte il progetto di recupero della Ripa Maris

Recupero, non maquillage. Così il Comune di Genova intende rilanciare, con il progetto "Insieme per Sottoripa", la Ripa Maris, la principale porta di ingresso del Centro Storico per visitatori e turisti. Sicurezza, illuminazione, decoro, rinnovamento, botteghe storiche, attrazione e vivibilità. Sono questi i principali interventi promossi dall'assessore alla Sicurezza Stefano Garassino, insieme agli assessori allo sviluppo economico,  Giancarlo Vinacci, a turismo e commercio, Paola Bordilli e all'ambiente Matteo Campora.

Recupero, non maquillage. Così il Comune di Genova intende rilanciare, con il progetto "Insieme per Sottoripa", la Ripa Maris, la principale porta di ingresso del Centro Storico per visitatori e turisti. Sicurezza, illuminazione, decoro, rinnovamento, botteghe storiche, attrazione e vivibilità. Sono questi i principali interventi promossi dall'assessore alla Sicurezza Stefano Garassino, insieme agli assessori allo sviluppo economico,  Giancarlo Vinacci, a turismo e commercio, Paola Bordilli e all'ambiente Matteo Campora.

I dettagli del protocollo includono un’attività profonda e diffusa, che dovrebbe prendere il via tra fine gennaio e inizio febbraio e che interesserà molteplici aspetti: lungo l’intero tratto si procederà ad una pulizia straordinaria del lastrico di calpestio, alla rimozione delle insegne delle attività commerciali non più uti-lizzate e alla pulizia di quelle in uso, alla razionalizzazione delle modalità di raccolta e conferimento dei rifiuti e, in collaborazione con i residenti e gli operatori economici, alla definizione di nuove forme di presidio dell’area.

"Si è realizzata una sinergia - ha detto l'assessore alla sicurezza Stefano Garassino - non solo tra diversi assessorati, dalla sicurezza al commercio, dallo sviluppo economico all'ambiente, ma anche con commercianti, Civ e condomini. I privati contribuiranno al progetto intervenendo nella pulizia di voltini, graffiti sui muri e saracinesche, mentre Amiu e Aster cureranno il decoro urbano. Verrà migliorata l'illuminazione a led, aumentando così la sicurezza percepita, mentre la pulizia di muri e serrande e restaurando insegne e altri manufatti implementerà il senso di civiltà».

Nel tratto di Sottoripa tra via al Ponte Reale e vico del Serriglio saranno effettuate pulizia e tinteggiatura del soffitto a volta e delle superfici verticali del lato a mare, si provvederà alla razionalizzazione degli impianti elettrici a vista sui voltini e alla rimozione delle reti anti volatili sostituendole con nuovi dispositivi, sarà razionalizzata e riqualificata l’illuminazione pubblica ed inoltre verranno rimossi circa 20 metri quadrati di graffiti e tinteggiate circa 35 saracinesche di esercizi commerciali.

«Siamo alle prese con un progetto sistematico di recupero – ha detto l’assessore a turismo e commercio Paola Bordilli-. Sottoripa è la porta d'accesso a una parte importante della città. Siamo già intervenuti un anno fa con le parole luminose, l'ordinanza anti-alcol e la leva fiscale. Ma ora vogliamo lavorare in maniera più profonda, per dare vita a realtà sempre più vicine alle nostre tradizioni e lontane dal degrado". 

Il costo complessivo degli interventi è quantificato in 84.790,73 euro (comprensivi di Iva al 22%), la cui somma è ripartita al 77% a carico del Comune di Genova e al 23% a carico di privati.

"Il progetto è stato sottoscritto - ha detto l'assessore allo sviluppo economico Giancarlo Vinacci - da 10 realtà diverse, finanziato con risorse pubbliche per il 77% e private per il 33%. In realtà tutto l'investimento è a carico dei privati in quanto il Comune non fa altro che amministrare ed elargire risorse dei contribuenti".  
6 dicembre 2018
Ultimo aggiornamento: 07/12/2018
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8