Politica energetica
La politiga energetica del Comune di Genova si inserisce all'interno dellle più ampie politiche a livello europeo, nazionale e regionale.

La politica energetica europea è rivolta al conseguimento di tre obiettivi:
  • sicurezza dell’approvvigionamento,
  • competitività, e
  • sostenibilità.
Attraverso la definizione di piani per un’Unione dell’energia ,la Commissione Europea garantisce ai cittadini ed alle imprese un’energia sicura, accessibile e rispettosa del clima.
Gli obiettivi per il 2020 sono riduzione di emissioni gas serra almeno del 20% rispetto ai livelli del 1990, 20% dell’energia ottenuta da fonti rinnovabili, miglioramento dell’efficienza energetica del 20%.
Il quadro per il clima e l’energia 2030 fissa tre nuovi obiettivi sfidanti: riduzione di emissioni gas serra almeno del 40% rispetto ai livelli del 1990, 27% dell’energia ottenuta da fonti rinnovabili, miglioramento dell’efficienza energetica del 27%.


In materia di politica energetica nazionale,il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) si occupa di:
  • Bilancio e strategia energetica nazionale (SEN 2017)
  • Reti di trasporto, infrastrutture energetiche e sicurezza degli approvvigionamenti
  • Mercato unico dell’energia elettrica
  • Promozione delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica e del risparmio
  • Tecnologie per la riduzione delle emissione dei gas ad effetto serra
  • Usi pacifici dell’ energia nucleare e programma di smantellamento di impianti nucleari dismessi
  • Sistema e mercato del gas nazionale, sistema petrolifero downstream e relativo mercato (raffinazione, logistica, scorte, distribuzione  carburanti)
  • Politica mineraria nazionale, rilascio autorizzazioni per la ricerca e la coltivazione delle risorse del sottosuolo ed in particolare degli idrocarburi in terra ferma e nel mare
  • Stoccaggio gas naturale naturale e metanizzazione del Mezzogiorno.

La Regione ha in carico varie competenze in materia di energia che riguardano la regolamentazione del settore e la promozione dell'utilizzo delle fonti rinnovabili, dell'efficienza e del risparmio energetico. Per quanto riguarda il primo aspetto, compete alla Regione l'emanazione dei provvedimenti attuativi della legge regionale n.22/2007 "Norme in materia di energia", che riguardano in particolare i criteri per la localizzazione e l'autorizzazione alla costruzione e all'esercizio di impianti, le prestazioni minime di efficienza energetica degli edifici, i requisiti a cui sono soggetti gli impianti di illuminazione pubblica. Recentemente state introdotte le modifiche alla vigente normativa, con l'obiettivo di snellire, semplificare e agevolare l'iter autorizzativo (comunicazione, SCIA, PAS, Autorizzazione Unica), per la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili. Attraverso il Piano energetico ambientale regionale (PEAR), la Regione fissa gli obiettivi strategici in materia di energia e i relativi indicatori di risultato, anche adeguandosi a quelle che saranno le indicazioni da parte del Governo relativamente al Burden Sharing regionale (ripartizione regionale degli obiettivi 20-20-20 attribuiti dalla UE all'Italia).
La Regione Liguria si avvale dell'Agenzia regionale per l'energia della Liguria (A.R.E. Liguria) per la gestione delle attività relative al processo di certificazione energetica degli edifici, e più in generale per la diffusione delle buone pratiche volte alla razionalizzazione del settore energetico nel suo complesso.


Attraverso il Patto dei Sindaci e l'attuazione dei propri piani d'azione il Comune di Genova stabilsce e raggiunge gli obbiettivi e i traguardi in materia di energia e i relativi indicatori di risultato.
Gli obbiettivi e le azioni al 2020 sono stabiliti nel SEAP (Sustainable Energy Action Plan) per il il quale Genova è impaganta a raggiungere e superare nel 2020 il 20% di abbattimento della CO2 rispetto al livello del 2010. 
Gli obbiettivi e le azioni al 2030 sono stabiliti nel SECAP (Sustainable Energy and Climate Action Plan) per il il quale Genova si impegna a raggiungere nel 2030 il 40% di abbattimento della CO2 rispetto al livello del 2010.
La politica energetica del Comune di Genova, oltre al SEAP e al SECAP, è implementata attreverso attività di regolamentazione del settore edilizio/urbanistico che si concretizzano nell'emanazione del Regolamento Edilizio Comunale (REC), del Piano Unrbanistico Comunale (PUC) e del Piano Regolatore dell'Illuminazione Comunale (PRIC). 
       
Il Patto dei Sindaci Energia nell'Edilizia PRIC

Link Utili:
Ultimo aggiornamento: 14/05/2019
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Numero Unico: 010.1010
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8