Microchip e vaccinazione
Il sistema di riconoscimento previsto è il microchip, che viene inserito a cura dei medici veterinari della A.S.L. 3 Genovese - U.O. Settore Sanità - o dai medici veterinari liberi professionisti entro il secondo mese di vita. Il codice viene rilasciato all'atto dell'iscrizione all'anagrafe canina.

In caso il cane risulti tatuato nel piatto interno della coscia destra e tale tatuaggio risulti leggibile, non occorre procedere all'inserimento del microchip.

I codici in possesso degli allevatori appartenenti all’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana e dei gruppi cinofili possono, a richiesta, sostituire od integrare il codice indicato dall’A.S.L.

Le vaccinazioni previste devono essere effettuate nell'età compresa tra le 7/8 settimane di vita e registrate nell'apposito libretto, che contiene oltre ai dettagli di ciascun vaccino, il numero di identificazione (microchip) e i dati del cane. Può essere resa obbligatoria la vaccinazione antirabbica silvestre in base all’andamento epidemiologico della malattia.

Nel caso in cui debba essere condotto in territori dove la vaccinazione è obbligatoria il cane deve essere sottoposto a vaccinazione antirabbica pre-contagio da non meno di 20 giorni e da non più di un anno.

In caso di trasporto dei cani al seguito dei viaggiatori in Paesi esteri, occorrerà provvedere alle eventuali vaccinazioni prescritte dalla normativa locale.
Ultimo aggiornamento: 20/03/2014
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8