Legambiente premia Genova per il recupero e riciclo del legno

Giovedì 9 novembre l’assessore all’Ambiente e rifiuti Matteo Campora ha ritirato il premio attribuito al Comune di Genova per il progetto di economia circolare nel ciclo dei rifiuti denominato “FORCE”. La cerimonia, svoltasi a Rimini nell’ambito della Fiera Ecomondo, premia le buone pratiche urbane

L'assessore Matteo Campora alla fiera  Ecomondo di Rimini
«Siamo molto contenti di ricevere un simile apprezzamento. È un premio per gli sforzi che Genova sta perseguendo nell’ottica di una sempre più forte attenzione all’ambiente e al recupero inteso come risorsa preziosa», ha commentato l'assessore all'ambiente e rifiuti Matteo Campora, ricevendo a Riimini, nell'ambito della fiera Ecomondo, il premio "FORCE" che Legambiente ha attribuito al Comune di Genova per il progetto di economia circolare nel ciclo dei rifiuti 

Il progetto FORCE

Si tratta di un’iniziativa finanziata dal programma comunitario Horizon 2020 per il periodo 2016-2020.L'obiettivo generale di FORCE  è di ridurre al minimo la dispersione di risorse dall'economia lineare e rimetterle nel ciclo, secondo una logica di economia circolare, sviluppando soluzioni eco-innovative e partecipative su quattro flussi di materiali. Ognuno dei materiali fa capo a una città: Copenhagen (capofila del progetto) si occupa della plastica, Amburgo dei rifiuti elettrici ed elettronici, Genova del legno e Lisbona dei rifiuti organici.
Ciò permetterà di far rientrare nel processo economico risorse che possono diventare nuovi prodotti o materie prime da inserire nuovamente nel ciclo tecnologico e anche in quello biologico.

L’attività del progetto FORCE a Genova

La scelta della filiera del legno per la nostra città è stata fatta tenendo conto delle specificità del territorio ligure, che detiene il record nazionale per copertura boscosa: circa l’80% del territorio è coperto da boschi, con un significativo impatto dal punto di vista di tenuta dei versanti e quindi di rischio idrogeologico e alluvionale.
Il tema del legno riguarda anche le spiagge, dove si pone il problema della selezione dei rifiuti spiaggiati, per poter avviare la parte legnosa a recupero e gli altri rifiuti alle rispettive filiere.
Nel progetto è compreso anche il legno proveniente dallo sfalcio di giardini e parchi comunali e il rifiuto prodotto da imprese e cittadini: tutto deve essere raccolto in modo puntuale, vagliato e avviato al recupero come nuova risorsa per il processo industriale o, quando possibile, come nel caso dei mobili, riutilizzato.

Ora Genova è chiamata a migliorare nettamente la performance del 2015 quando ha raccolto 15.000 tonnellate di legno: 3.000 da parchi e giardini pubblici, 8.000 col porta a porta di mobilio, infissi e materiali da costruzione e oltre 4.000 da attività industriali, artigianali e commerciali.
9 novembre 2017
Ultimo aggiornamento: 10/11/2017
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8