La musica del salone Nautico

Anche quest'anno torna il Palco Teatro del Mare al 55° Salone Nautico Internazionale. Tutte le Sere alle ore 17,30 la musica accompagnerà gli ospiti dell’esposizione. Sul palco molti artisti rappresentanti della scuola musicale genovese, fra gli altri Max Manfredi, Federico Sirianni ed Elisa Montaldo che abbiamo intervistato.

fotografia di Elisa Montaldo
Le note della città, e i suoi musicisti, salgono sul palco del Salone Nautico con una serie di concerti realizzati in collaborazione con l’organizzazione Maia di Verdiano Vera, fra gli artisti sul palco del Salone Nautico anche  Elisa Montaldo, artista capace e polivalente, che, dopo alcune esibizioni per gli ospiti appassionati di nautica, domenica sarà sul palco con Il Tempio Delle Clessidre, la band genovese fra le più conosciute della scena prog-rock italiana ed europea:

“Nel 2011 – racconta Elisa - siamo stati invitati a suonare in teatro a Seul, in Corea del Sud, e l’anno dopo al NearFest di Bethlehem, in Pennsylvania". Uno dei motori che sicuramente spinge la sua carriera è certamente la passione per il progressive - "Amo i Genesis, King Crimson, Gentle Giant, Jethro Tull".

Sempre in ambito prog, però contaminato da psichedelia, elettronica, pop minimalista e post-rock, Elisa, ancora come tastierista, fa parte della band VLY (www.vlymusic.com), che la vede a fianco di musicisti svedesi, inglesi e americani, gruppo con il quale ha da poco pubblicato l’album “I – Time” (Laser’s Edge).

Ma la cultura e la preparazione musicale della Montaldo è molto ampia, da Elton John e Kate Bush ai Black Sabbath e i Deep Purple, fino a Jackson Browne e gli Eagles, questo le permette di affrontare molteplici collaborazioni, come la partecipazione, l’anno scorso, alla realizzazione dell’album “Dremong” di Max Manfredi, anche lui sul palco della fiera, che con Elisa Montaldo e Federico Sirianni hanno rappresentato, il due ottobre, i cantautori genovesi..

“Mi sono occupata di arrangiamenti, tastiere, strumenti etnici, cori e seconde voci, afferma con entusiasmo Elisa”, che come strumentista e turnista, riesce a suonare strumenti rari e sconosciuti, con suoni incredibili e unici, vantaggio che si è guadagnata scovandoli, riuscendo ad acquistarli low-cost e imparandone la tecnica da autodidatta, fra questi, l’autoharp, il guzheng cinese, il liuqin, il guqin, il theremin, l’armonium indiano, la concertina irlandese, una lira di liuteria siciliana e un koto elettrico degli anni ’70.

La speranza di Elisa è riuscire a lasciare un segno con la propria musica, e così ha iniziato a scrivere canzoni inedite in italiano, e all’esordio si è tolta una bella soddisfazione: "Ho letto del concorso nazionale Note Si Sicurezza, promosso da INAIL e Umbria Donne e Lavoro, sul tema “la donna e l’infortunio sul lavoro”. Ho composto appositamente un brano, Carlotta, l’ho inviato, sono arrivata seconda. Adesso ne sto preparando altri".

Nel frattempo, però, di musica bisogna viverci, come Elisa, che si è specializzata in concerti da solista, voce, tastiere e basi musicali, da proporre in eventi speciali, forte di un repertorio vastissimo:"L'inverno scorso sono stata cantante e musicista resident all' Hotel Dimora Storica La Mirandola, sul Passo del Tonale, Trento, mentre quest'estate sono stata ingaggiata dall'Hotel Relais Pian d'Ercole, a Rufina Montebonello, Firenze. Con queste mie performance mi sono esibita in molte situazioni, come al Museo Diocesano e in Villa Lo Zerbino a Genova, Grand Hotel Le Terme di Acqui, Villa Sassi a Torino, Villa Porticciolo a Rapallo, New Holland al Lido Adriano di Ravenna e diversi hotel in Svizzera. Cerco sempre – aggiunge - di adattare la scaletta del mio live a seconda del contesto, facendo incontrare i miei gusti musicali con quello che il pubblico si aspetta di sentire. Nel preparare questi live in solo mi ha aiutato molto la mia ecletticità vocale, e di questo devo ringraziare il mio maestro di canto Gino Pecoraro".  Non ultima, l’esperienza nell’insegnamento musicale: "Con il musicista Marcello Chiaraluce abbiamo sviluppato per i più giovani un metodo scuola di rock, che insegni ai ragazzi come fare musica sul campo: scrivere canzoni, autoprodursi, formare una band, affrontare il palco. Insomma, diamo la precedenza alla pratica, essenziale per chi vuole dedicarsi alla musica popolare".

Al Nautico si sono esibiti anche Nando de Luca Trio sul palco insieme a Luciano e a Carlo Milanese e la giovanissima Lucrezia Pernigotti con la sua band jazz e soul.

Per le ultime giornate sono previste le esibizioni di Naim Abid con lo show “Crooner Night” dedicato a Ray Charles (3 ottobre) mentre il 4 Ottobre è il turno de Il Tempio delle Clessidre, la prog band che si esibirà per l'occasione  in versione unplugged dedicata al Salone Nautico.
3 ottobre 2015
Ultimo aggiornamento: 06/10/2015
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8