Il nuovo regolamento d'uso dei Parchi Storici comunali
Su proposta dell’assessore comunale all’Ambiente e Parchi Italo Porcile è stato approvato questa mattina in Giunta il Regolamento d’uso dei parchi storici comunali, documento che definisce con precisione un elenco di 20 tra ville, parchi e giardini cittadini con interesse artistico allo scopo di tutelarli e definirne vincoli e modalità di utilizzo.

Il testo elaborato è il risultato di un lungo percorso partecipato che ha visto il coinvolgimento della Consulta del Verde, organo consultivo previsto dal vigente Regolamento comunale del Verde.

Il documento costituisce un approfondimento regolamentare specifico rispetto al più generale Regolamento del Verde e ha come riferimento la Carta dei giardini storici ICOMOS-IFLA - denominata “Carta di Firenze” (1982) che ha fissato linee-guida riconosciute a livello internazionale per la salvaguardia dei giardini storici.

La proposta di regolamento passerà ora all’esame dei Municipi per poi approdare in Consiglio comunale per l’approvazione finale.

In ragione della notevole varietà e diversificazione dei parchi e dei giardini storici cittadini, viene prevista la possibilità di redigere singoli specifici codici comportamentali e d’uso riferiti alle esigenze di conservazione, valorizzazione e fruizione di ciascun parco.

Tra gli obiettivi del Regolamento c’è la definizione di norme comportamentali più stringenti per una migliore tutela e salvaguardia nel tempo del parco o del giardino storico, stabilendo criteri e modalità di fruizione compatibili con la natura del bene.

Particolare attenzione viene posta nell'individuazione di un unico referente, il Direttore responsabile del Parco, nell'ambito della struttura comunale, per quanto concerne alcuni aspetti ritenuti di particolare rilievo sotto il profilo gestionale o di tutela al fine di identificare puntualmente le attività soggette al rilascio di autorizzazione da parte del Comune.

Sono inoltre indicate norme di comportamento e regole d'uso rivolte ai fruitori, con particolare riguardo a: disposizioni per i proprietari dei cani, utilizzo delle aree gioco e dei manti erbosi.






I giardini e parchi storici del Comune di Genova sono:

1- Villa Brignole Sale – Duchessa di Galliera
2- Villa Centurione Doria
3- Villa Durazzo Pallavicini
4- Villa Rossi Martini
5- Villa Imperiale Scassi
6- Villa Rosazza
7- Giardini di palazzo Bianco e palazzo Rosso
8- Villetta Di Negro
9- Spianata dell’Acquasola
10- Villa Piaggio
11- Villa Gruber De Mari
12- Villa Croce
13- Villa Imperiale Cattaneo a Terralba
14- Bosco dei Frati Minori del Santuario di Nostra Signora del Monte
15- Parco del Castello D’Albertis
16- Villa Saluzzo Bombrini
17- Villa Gropallo
18- Villa Serra Saluzzo
19- Villa Grimaldi Fassio
20- Villa Luxoro
data: 
11/02/2016
Ultimo aggiornamento: 11/02/2016
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8