I diritti dei bambini e dei ragazzi illustrati dagli studenti del Paul Klee Barabino

In occasione dell'anniversario della firma, il 20 novembre 1989, della Convenzione Internazionale Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, dal 18 al 27 novembre nel cortile di Palazzo Tursi saranno esposti gli elaborati degli studenti del liceo artistico statale Paul Klee Barabino sul tema dei diritti dei bambini e degli adolescenti

Testo Alternativo
Il 20 novembre è l’anniversario della firma della Convenzione Internazionale Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, firmata a New York il 20 novembre 1989 da oltre 150 paesi tra cui l’Italia, che l'ha ratificata con la legge n. 176 del 27 maggio 1991.

Un documento che in cinquantaquattro articoli sancisce, per la prima volta espressamente, che anche i bambini, le bambine e gli adolescenti sono titolari di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici, che devono essere promossi e tutelati da parte di tutti.

Genova, Città dei Diritti e Amica delle Bambine e dei Bambini, dal 1998, durante il mese di novembre realizza iniziative specifiche sui diritti, con e per i bambini e le famiglie.

Quest’anno le attività sono dedicate  alla Cultura dei Diritti, Diritto alla cultura e, oltre a quelle in programma per consolidare le scuole cittadine come luoghi di promozione della cultura per tutti – bambine, bambini, ragazzi, ragazze e le famiglie –  nel cortile di Palazzo Tursi dal 18 a 27 novembre saranno in esposizione gli elaborati dei ragazzi del liceo artistico statale Paul Klee Barabino, a conclusione del progetto “Srotoliamo i diritti: illustriamo i diritti dei bambini e dei ragazzi”.

La mostra è l'ultimo atto dell'iniziativa nata nel novembre 2014, quando la Direzione Scuola e Politiche Giovanili del Comune di Genova e il Pidida, Coordinamento Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza Liguria, hanno avviato una collaborazione didattica con il liceo artistico genovese Klee Barabino, per fare realizzare agli studenti delle illustrazioni per spiegare e diffondere in tutte le scuole cittadine i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Sono stati coinvolti 22 studenti, tutti appartenenti alla classe 4ª C che, partendo dall’idea di fondo di prendere in esame gli otto raggruppamenti in cui a livello internazionale è solitamente spiegata la Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, hanno realizzato un manifesto, in occasione del novembre 2014, dal titolo Srotoliamo i diritti, in cui sono riportati per titoli i diritti della Convenzione e, “a pioggia”, si evidenziano le 8 famiglie di diritti raggruppati: Attuare i diritti, Identità, Vita dignitosa, Libertà, Famiglia, Cura, Educazione e Tutela.

In circa 30 ore di studio e laboratori i ragazzi hanno proposto diverse ipotesi e successivamente un’apposita commissione, formata da personale docente, una componente del Pidida, un ragazzo e rappresentanti del Comune,  ha dichiarato i vincitori

Gli 8 manifesti verranno stampati e distribuiti nelle scuole genovesi, ma tutti gli elaborati - non solo quelli vincitori -  sono esposti nell’atrio di Palazzo Tursi. Gli stessi ragazzi hanno contribuito alla progettazione dell’allestimento, al lancio e alla pubblicizzazione della mostra, nonché alla gestione dell’inaugurazione in programma per mercoledì 18 novembre alle ore 12.
17 novembre 2015
Ultimo aggiornamento: 19/11/2015
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8