A Genova il Festival internazionale della danza contemporanea

Genova Outsider Dancer, numero zero del Festival Internazionale di Danza, dal 7 maggio al 24 luglio porterà la danza contemporanea in diciotto luoghi della città. Classici rivisitati, coreografie originali, performance, video-danza, tango argentino, espressione corporea, stage, master class e un occhio particolare ai talenti liguri con la tre giorni di Fuori formato, ‘festival nel festival’ organizzato dal Comune di Genova. Al Ducale in mostra le foto vintage di Serge Lido. Al Carlo Felice l'evento clou con l’étoile di prima grandezza Svetlana Zakharova

il logo della manifestazione
Con Genova Outsider Dancer la danza invaderà la città - da palazzo Ducale a Palazzo Bianco, dal Porto Antico alla Fiera, da piazza della Vittoria a Spianata Castelletto, da Boccadasse a Casa Paganini - con spettacoli e performance non solo nei teatri, ma in musei, strade, porticati, piazze.

“Per Genova Outsider Dancer il Teatro Carlo Felice ha saputo coagulare intorno a sé le compagnie di danza - ha detto l’assessore alla Cultura Carla Sibilla - in un progetto che è stato sostenuto anche dal Comune e dalle associazioni di categoria attraverso i proventi della tassa di soggiorno”.

Il Festival Internazionale di Danza, frutto della collaborazione di numerose istituzioni cittadine, prevede molti appuntamenti che compongono un ritratto della danza contemporanea, arte in continua evoluzione che conta sempre più appassionati.

Si comincia con la prima nazionale di Orfeo Rave, spettacolo firmato da Emanuele Conte e Michela Lucenti, che gli attori del Teatro della Tosse e i danzatori del Balletto Civile di Toscana porteranno nel grande spazio urbano – 11mila metri quadrati – del Padiglione Blu - Jean Nouvel, dal 7 all’11 maggio. Altri appuntamenti del mese di maggio sono il progetto internazionale The Big Dance Pledge, per la prima volta a Genova il 20 maggio nel porticato del teatro Carlo Felice e, il 24 maggio, lo spettacolo Blind Sight di Sagi Gross a Casa Paganini.

Palazzo Ducale, dall’11 giugno al 24 luglio, ospita in Sala Liguria la mostra Serge Lido. Danza con me, con le foto realizzate da uno dei più grandi fotografi di danza del novecento – stampe d’epoca alla gelatina e sali d’argento – che raccontano la danza dal secondo dopo guerra agli anni ’80, attraverso ritratti dei più grandi interpreti.

A Palazzo Bianco e Palazzo Ducale dal 28 al 30 giugno andrà in scena la rassegna di danza contemporanea Fuori Formato, “Un piccolo festival nel festival, organizzato dal Comune in collaborazione con i teatri e i diversi soggetti di danza contemporanea, con cui abbiamo voluto dare spazio a chi analizza in forma sperimentale la danza contemporanea - ha detto Carla Sibilla - sia come genere artistico in continua crescita e sviluppo, sia per come la danza si inserisce nella produzione artistica di oggi”.

L’evento forse più atteso del festival è lo spettacolo AMORE, il 3 luglio Carlo Felice, con protagonista assoluta Svetlana Zakharova, étoile del balletto del teatro Bol’šoj e del Balletto del teatro alla Scala. Roi annuncia che sarà proprio l’orchestra del Carlo Felice ad accompagnare l’étoile a Montecarlo, pochi giorni dopo lo spettacolo di Genova.

Il programma prosegue nel mese di luglio con le quattro date al Porto Antico in Piazza delle Feste: SENTieri di Philippe Kratz, 14’20” di Jirì kyliàn e Rain Dogs di Johan Inger/Aterballetto (venerdì 1 luglio), MM Micromondo Mozart della compagnia Deos di Giovanni di Cicco (martedì 5), Otello di OpusBallet (giovedì 7),Carmen K di Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei (mercoledì 20).

Everythings Get Ligther/All! di Kinkaleri è la performance che coinvolgerà il pubblico nella serata di venerdì 8 luglio a Villa Croce.

Ma luglio sarà anche il mese dedicato agli stage: dal 6 al 10 luglio al Teatro Carlo Felice cinque giorni di master class di classico, contemporaneo, modern & contaminazione e hip hop, mentre l’11 luglio lo stage di Ammonia Danza, proporrà un laboratorio coreografico.

La danza di strada o danza contemporanea in luoghi urbani - da intendersi come luoghi fisici ma anche come luoghi della vita quotidiana -  sarà protagonista di Upcycling di Compagnia Ammonia Danza che trasformerà Spianata Castelletto, Piazza della Vittoria e Palco Millo in altrettante scenografie (12, 13 e 14 luglio).

Non mancherà, in omaggio alla più sensuale delle danze, il 17° Festival Internazionale del Tango Argentino che affollerà di ballerini il porticato di Palazzo Ducale e il borgo di Boccadasse.

Il Festival è frutto di una collaborazione tra Carlo Felice, Palazzo Ducale Fondazione per la cultura, Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse, Teatro Stabile di Genova, Goethe-Institut Genua, Associazione Genova Tango, Porto Antico di Genova S.p.A.

Il sovrintendente del teatro Carlo Felice Maurizio Roi rimarca l’importanza della cooperazione tra istituzioni, un lavoro di gruppo, basato su “proposte e vivacità che nascono dal territorio”.

Anche il direttore dello Stabile Angelo Pastore si sofferma sullo spirito che ha animato il gruppo di lavoro “buttare il cuore oltre l’ostacolo lavorando in gruppo di lavoro vuol essere anche un segnale che diamo alla città".

info
www.vistgenoa.it 



28 aprile 2016
Ultimo aggiornamento: 28/04/2016
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8