Cultura

Fa tappa a Genova il tour mondiale di Wildlife Photographer of the Year

Prosegue fino al 25 settembre al museo di Storia Naturale la mostra Wildlife Photographer of the Year, l'evento più prestigioso e importante, a livello mondiale, nell'ambito della fotografia naturalistica, Arrivata a Genova come seconda tappa italiana dopo il Castello di Bard. Organizzata e prodotta dal Natural History Museum di Londra, deriva da un concorso internazionale. In esposizione ci sono le cento immagini vincitrici, selezionate tra le 42.445 inviate da concorrenti di 96 paesi. Le foto esplorano ogni parte del mondo naturale, dai cieli alle profondità oceaniche, ma scovano anche sorprendenti storie di natura in ambienti urbani

Lui è un macaco nero crestato di Sulawesi e sono i suoi occhi dolci, o forse malinconici, ad accogliere il visitatore, già dalla facciata del museo e poi nell’atrio, e a introdurlo in una “giungla stracolma di immagini”. Emozionanti, sorprendenti, toccanti proprio come quello sguardo che emerge dal nero di un manifesto.

Wildlife Photographer of the Year è un appuntamento imperdibile per chi ama la natura nella sua dimensione più spontanea e incontaminata: dagli spettacolari paesaggi sconfinati ai ritratti che svelano l’intimità dei comportamenti animali, la mostra offre un quadro ineguagliabile della bellezza, del dramma e della diversità del mondo naturale. È una galleria di immagini di rara bellezza, ricche di suggestione, premiate non soltanto per l’ovvio valore estetico, ma anche per il loro intrinseco valore simbolico.

“Un evento che permette di offrire una mostra di altissima qualità con immagini che ci lasciano senza fiato parlandoci della grande bellezza di ambiente e vita animale, ma anche della necessità di rispetto, di conservazione e di coscienza ambientale - ha detto l’assessore alla cultura Carla Sibilla - Genova ospita la mostra, prima di Milano e di Roma, per offrirla ai propri cittadini e ai turisti, che nel periodo estivo saranno numerosi e che amano questo museo, i numeri lo dimostrano”.

“Avevamo già ospitato l’edizione di dieci anni fa di Wildlife Photographer of the Year – ha detto Giuliano Doria, direttore del Museo di via Brigata Liguria - e quest’anno, dopo il bel successo della mostra Spiders, abbiamo deciso di offrire un altro evento di grande rilievo e abbiamo preso contatto con gli organizzatori per ospitarla, nel periodo estivo, subito dopo l’anteprima al Castello di Bard”.

La mostra Wildlife Photographer of the Year è l'evento più prestigioso e importante, a livello mondiale, nell'ambito della fotografia naturalistica. L’esposizione, che sarà poi ospitata a Milano e a Roma, nell’ambito del tour italiano gestito da Pas Events srl, è organizzata e prodotta dal Natural History Museum di Londra presenta le cento foto vincitrici del concorso internazionale che ha visto la partecipazione di fotografi professionisti e amatoriali provenienti da novantasei paesi.

Oltre ai due massimi riconoscimenti, Wildlife Photographer of the Year e Young Wildlife Photographer of the Year, il percorso espositivo illustra le 22 categorie in gara raggruppate nelle 6 sezioni: Earth’s Diversity, Earth’s Environments, Earth’s Design, Documentary, Portfolio e First Shoots.

L’immagine vincitrice è A tale of two foxes di Don Gutoski (Canada). Lo scatto ritrae una volpe rossa che trascina la carcassa di una volpe artica, nel Wapusk National Park in Canada. 

Ruffs on display di Ondřej Pelánek della Repubblica Ceca è invece la foto vincitrice assoluta nella sezione 'Giovani'. Lo scatto immortala la lotta fra due uccelli maschi per le femmine e in difesa del proprio territorio.

Tra gli italiani che hanno partecipato, Ugo Mellone con la foto Butterfly in Crystal ha vinto nella Categoria Invertebrates e un altro suo scatto The Tunnel of Spring è stato selezionato come finalista nella Categoria Land.

Inoltre sono risultati finalisti Vincenzo Mazza con la foto Battling the Storm (Categoria Birds) e Hugo Wassermann con lo scatto Ice Design (Categoria Impressions).

La mostra è al Museo Civico di Storia Naturale “G. Doria” dal 17 giugno al 25 settembre

Allestimento a Genova a cura di: Museo Civico di Storia Naturale “G. Doria”, Società degli Amici del Museo Doria e Cooperativa Solidarietà e Lavoro.

Orario di visita: da martedì a domenica, dalle ore 10 alle 18; lunedì chiuso.

Biglietti: ingresso intero € 5,00; ridotto € 3,00 (visitatori di età compresa tra i 3 e i 14 anni; visitatori con età superiore ai 65 anni; persone disabili; componenti di gruppi superiori alle 15 unità)

È prevista la gratuità: per i bambini da 0 a 3 anni; per gli insegnanti accompagnatori di scolaresche in visita; per gli accompagnatori di persone disabili; per i soci della Società degli Amici del Museo Doria.

Non sono previste riduzioni per i possessori di tessere di associazioni, ecc.

I possessori del biglietto della mostra potranno visitare il Museo pagando il biglietto ridotto per il periodo 17 giugno-2 ottobre 2016.
13 luglio 2016
Ultimo aggiornamento: 25/08/2016
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8