Antichi mestieri genovesi

Testo Alternativo
Testo Alternativo
Donne da margaitin
Parola originata dal latino “margarita” ossia perla, stava ad indicare un piccolo globo di vetro traforato.
Risulta che siano state fabbricate le prime “margheitinn-e" in Egitto nel  1300 ed importate in Italia e precisamente a Venezia durante gli avventurosi viaggi di Marco Polo.
Le donne, per guadagnare qualcosa ed aiutare la  famiglia, durante le sagre e le feste, facevano  con le “margheitinn-e”, collanine, braccialetti ed orecchini ed altri ornamenti per le ragazze.
Le più brave ed esperte facevano più collanine  contemporaneamente tenendo in una mano una serie di  sottili aghi disposti a ventaglio e con un lungo filo   attaccato ad ogni ago.
Poi con l’altra mano infilavano uno dopo l’altro i globi   negli aghi formando rapidamente almeno cinque collanine per volta. Ora questo mestiere manuale è  naturalmente scomparso e sostituito da moderni macchinari più veloci, più precisi, più funzionali e meno costosi.

 

PICCOLO GLOSSARIO ITALIANO - GENOVESE


Palline di  vetro: ballette  de  vedro
Miseria: miseia
Guadagnare: guagnâ
Guadagno: guägno
Orecchini: pendin
Braccialetto: brassaletto
Collana: collann-a
Ago: agoggia
Filo:
Ditale: diâ




Testo di Claudio Pittaluga
Illustrazione di Gino Andrea Carosini
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8