Derby dell’amicizia. Genoa e Sampdoria riaprono insieme la palestra di via Linneo

Dopo i danni causati dalle piogge intense del 2014 torna ad ospitare i ragazzi e le associazioni sportive la palestra di via Linneo a Begato. La spesa, che è stata sostenuta dalle squadre di calcio genovesi, ammonta a 200.000 euro. Rifatti i serramenti, gli impianti elettrici e idrici, sostituite le attrezzature didattiche rendendole a norma. Riqualificati anche tuti gli spazi a servizio della palestra

Riaperta oggi pomeriggio, dopo i danni subiti dalle forti piogge che l'hanno colpita nel 2014, la palestra delle scuole Primaria Elsa Morante e Secondaria di primo grado Tosca Bercilli, ricostruita grazie al contributo delle società di calcio genovesi Genoa e Sampdoria. 

Si sono ritrovati per la cerimonia del taglio del nastro - davanti a quasi 400 ragazzi, mamme, papà e insegnanti - il sindaco Marco Doria, l’assessore comunale ai lavori pubblici Gianni Crivello, la presidente del Municipio Valpolcevera Iole Murruni, l’amministratore delegato del Genoa Cfc Alessandro Zarbano con il calciatore Isaac Cofie, e l’avvocato Antonio Romei, in rappresentanza della U.C. Sampdoria, insieme al calciatore Jacopo Sala. Assente per motivi familiari, Elena Tramelli, instancabile dirigente scolastica a cui si deve la messa in rete delle fotografie dei danni causati dalle forti piogge dell’ottobre 2014 alla scuola di via Linneo.

La spesa sostenuta dalla due società sportive, che ammonta 200.000 euro, è servita per realizzare interventi edili, per sostituire i serramenti, rifare gli impianti elettrici e idrici, sostituire le attrezzature didattiche rendendole a norma. Riqualificati anche tuti gli spazi a servizio della palestra, gli spogliatoi, il corridoio di accesso, il locale per il deposito degli attrezzi, le docce e i servizi igienici, sia maschili che femminili, con utilizzo di acqua calda e fredda.

“Dopo l'alluvione del 2014 - ha spiegato il sindaco Marco Doria - sono venuti a trovarmi i presidenti Ferrero della Sampdoria e Preziosi del Genoa per propormi un aiuto alla città. Ho pensato, insieme all'assessore competente Gianni Crivello, di indirizzare questi fondi alla ricostruzione di una palestra scolastica danneggiata, dove i ragazzi potessero continuare a praticare lo sport. E la scelta è caduta sull'impianto sportivo delle scuole Elsa Morante e Tosca Bercilli in Valpolcevera, con un eccellente risultato".

La somma è servita per realizzare interventi edili, per sostituire i serramenti, rifare gli impianti elettrici e idrici, sostituire le attrezzature didattiche rendendole a norma.

"In Valpolcevera, dove nel corso dell'alluvione del 2014 sono caduti 2.400 mm d'acqua - ha ricordato l'assessore ai lavori pubblici Gianni Crivello - il Comune di Genova ha speso circa 10 milioni di euro su un totale di 50 per lavori di somma urgenza.  Abbiamo pensato a indirizzare i fondi offerti da Genoa e Sampdoria al rifacimento di questa palestra così duramente colpita dall'alluvione, per i ragazzi, come ha detto il sindaco, ma anche per le associazioni sportive che contribuiscono a formare le nuove generazioni secondo i valori più alti dello sport".

Per rendere la palestra funzionale anche per le attività extrascolastiche è stato ristrutturato il locale medico scolastico, rendendolo utilizzabile anche come spogliatoio degli arbitri per le attività sportive di basket. Oltre all’aspetto manutentivo, si è pensato anche alla sicurezza degli spazi, realizzando l’impianto luci di emergenza all’interno della palestra e dei locali di servizio annessi.
19 aprile 2017
Ultimo aggiornamento: 19/04/2017
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8