COSAP Dove e Come
Il pagamento del canone relativo al primo anno di occupazione deve essere effettuato al rilascio del provvedimento di autorizzazione/concessione.

Per tali occupazioni, a eccezione dell'anno in cui è rilasciata la concessione iniziale, il cui canone è calcolato sulla restante parte dell’anno, i canoni successivi al primo sono calcolati su base annua applicando la tariffa giornaliera prevista per lo specifico tipo di occupazione e categoria viaria moltiplicata per 365 giorni.

Il canone relativo agli anni successivi è riscosso dal Comune mediante MAV e/o emissioni di bollettini allegati agli avvisi di pagamento.

Sono considerate abusive le occupazioni:
  • senza la preventiva concessione comunale
  • non volturate nel termine di 30 giorni dal cambio di titolarità della occupazione stessa
  • in difformità da quanto autorizzato (eccesso di superficie, di durata, attività diversa).

Nel caso di più occupanti di fatto di suolo pubblico, questi sono tenuti in solido al pagamento del canone.

In caso di uso comune del suolo pubblico, è soggetto passivo ciascuno dei contitolari dell'occupazione ma è sufficiente che uno solo paghi il canone, in quanto esso è commisurato alla superficie occupata.

Per il pagamento del canone in caso di “voltura” delle varie concessioni per occupazioni suolo pubblico con passi carrabili, opere edilizie in precario, distributori di carburante, plateatico si sottolinea che:

Per le volture in corso d'anno il canone è dovuto dal concessionario cedente.

La mancata voltura di preesistente concessione non effettuata entro il termine di 30 giorni da parte del soggetto subentrante è da considerarsi come occupazione abusiva con conseguente applicazione delle relative sanzioni.

Come pagare

Il canone relativo agli anni successivi è riscosso dal Comune mediante MAV e/o emissioni di bollettini allegati agli avvisi di pagamento.

Nel caso dell'anno 2011 il pagamento entro i termini poteva essere effettuato utilizzando il modulo MAV inviato al contribuente o tramite boifico bancario ovvero utilizzando l'apposito servizio online.

Pagamenti tardivi possono essere effettuati con le seguenti modalità:

- a mezzo di bonifico bancario in favore del Comune di Genova Ufficio COSAP con codice IBAN  IT40F060101400000017805185      indicando nella causale il codice contribuente (indicato anche sul MAV)

- collegandosi al sito www. comune.genova.it - Sezione servizi online-Tributi-COSAP.

In caso di importo superiore a € 516,45 è possibile il pagamento in quattro rate, scadenze 30 aprile, 30 giugno, 30 settembre, 30 novembre.

Pagamenti a fronte di avvisi

I pagamenti per annualità precedenti che devono essere effettuati afronte di avvisi di pagamento ricevuti dal Comune di Genova possono essere effettuati tramite bonifico bancario in favore del Comune di Genova Ufficio COSAP con codice IBAN IT34Q0760101400000017805185  indicando nella causale sia il codice contribuente che il codice avviso di pagamento ricevuto

Regolamento Cosap
Ultimo aggiornamento: 04/04/2017
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8