Cosa fare in caso di rischio Ondate di calore
Rischio di tipo meteorologico, dovuto alle alte temperature della stagione estiva, che può creare seri problemi di salute per  il non adeguato raffreddamento del corpo o per disidratazione.

La capacità di termoregolazione corporea è relativa alle condizioni di salute, all'età e ai farmaci assunti; ne soffrono di più anziani, neonati, bambini piccoli e soggetti non autosufficienti.

L'ondata di calore è classificata in base alla temperatura, umidità e durata.


Il Sistema nazionale di previsione e allarme per la prevenzione degli effetti sulla popolazione è coordinato dal Ministero della Salute che emette un bollettino online, dal lunedì al venerdì da maggio a settembre, valido per un periodo massimo di 72 ore. 
 

Questi gli accorgimenti che in estate possono aiutare ad evitare problemi di salute:

  • non uscire nelle ore più calde dalle 12 alle 18
  • bere tanto anche se non si avverte il bisogno
  • mangiare frutta, consumare pasti leggeri, escludere bevande gassate, caffè, alcolici
  • climatizzare moderatamente gli ambienti domestici
  • indossare abiti leggeri in tessuti naturali, usare il cappello.


La Regione Liguria, in collaborazione con la Asl 3,  ha disposto che durante i giorni critici (ondate di calore), anziani e persone fragili saranno dimesse dagli ospedali solo con l'attivazione di "dimissioni protette" che prevedano interventi del sistema socio-sanitario.
Potranno essere attivati ricoveri ospedalieri brevi, della durata massima di 10 giorni, su segnalazione di: medici, pronto soccorso, servizi sociali del Comune di Genova.
E’ disponibile un servizio di Guardia Medica ad orientamento geriatrico nei giorni prefestivi e festivi dedicata alle strutture residenziali per anziani
Prevista l'accoglienza nelle farmacie climatizzate per chi ne avesse bisogno e un ambulatorio mobile in piazza De Ferrari.
Pagina web della Regione Liguria
Pagina web della ASL 3

Il Comune di Genova, attraverso gli Ambiti Territoriali Sociali, attiva il servizio “Meglio a casa” che prevede il sostegno a domicilio di un Assistente Familiare per un periodo max di 30 giorni; sono operativi i "custodi sociali", coordinati dalla Cooperativa Televita Agapè, che assicureranno il monitoraggio e la tutela delle situazioni in carico per l'adozione di tutte le misure possibili da parte degli Ambiti Territoriali.
(D.D. Direz. Politiche Sociali n. 117/2017).

E' possibile trovare ambienti climatizzati o ventilati in alcune biblioteche del Sistema Bibliotecario Urbano:

Municipio I Centro Est:  Berio - De Amicis
Municipio II Centro Ovest:  Gallino
Municipio III Bassa Valbisagno:  Lercari
Municipio IV Media Valbisagno:  Saffi
Municipio V Valpolcevera:  Cervetto
Municipio VI Medio Ponente:  Bruschi Sartori
Municipio VII Ponente:  Benzi
e presso le seguenti biblioteche:
- Biblioteca del Museo di Storia Naturale Doria - via Brigata Liguria 9
- Biblioteca di Storia dell'Arte - via ai Quattro Canti di S. Francesco.
- Biblioteca Museo dell’Attore – via del Seminario 10

Per gli orari di accesso, informati qui


NUMERI UTILI

800 995988  (attivo nei giorni feriali e festivi dalle ore 8 alle 20)
Numero verde per anziani e famiglie in difficoltà, gestito da AUSER e valido su tutto il territorio regionale .

 

Ultimo aggiornamento: 13/07/2017
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8