CONTRIBUTI AI PRIVATI DERIVANTI DALL'OCDPC 376/2016

La legge di stabilità 2016 e la Delibera del Consiglio dei Ministri del 28 luglio 2016 hanno previsto di dare avvio alle misure di stanziamento di fondi per fare fronte ai danni occorsi al patrimonio privato e alle attività economiche e produttive per gli stati di emergenza dichiarati dal 2013 ad oggi.
Per la Liguria gli stati di emergenza in argomento sono:

• evento fine 2013/inizio 2014
• alluvione 9/13 ottobre 2014
• alluvione 3/18 novembre 2014
• evento 13/14 settembre 2015

Inoltre con l'Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 376 del 16 agosto 2016, pubblicata in GU n.194 del 20 agosto 2016 sono stati approvati i criteri direttivi per la determinazione e concessione dei contributi ai soggetti privati per i danni occorsi al patrimonio edilizio abitativo e ai beni mobili e le disposizioni operative finalizzate all’attivazione dell’istruttoria delle domande di accesso al contributo che potevano essere presentate entro il 29 settembre 2016.

OCDPC 376/2016 - Allegato 1

A seguito dell’istruttoria delle pratiche pervenute, il Comune di Genova ha inoltrato le relative risultanze alla Regione Liguria per l’invio successivo al Dipartimento Nazionale della Protezione civile.

Il 25 gennaio 2017 è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale la delibera del Consiglio dei Ministri del 29 dicembre 2016, avente ad oggetto “Determinazione degli importi autorizzabili con riferimento agli eventi calamitosi che riguardano la Regione Liguria per l'effettiva attivazione dei previsti finanziamenti agevolati, ai sensi dell'articolo 5, comma 2, lettera d) della legge n. 225 del 24 febbraio 1992 e successive modifiche e integrazioni.

Da tale data decorrono pertanto i termini previsti dalla citata Ordinanza (18 mesi per la ristrutturazione e 30 mesi per la delocalizzazione) per la rendicontazione delle spese sostenute e degli interventi effettuati, per coloro che non hanno inoltrato tale documentazione in sede di presentazione della domanda di accesso.

Con Delibera del Consiglio dei Ministri del 29 dicembre 2016 sono stati approvati gli elenchi riepilogativi delle domande accolte con i relativi importi massimi ammissibili che sono consultabili scaricando i seguenti documenti suddivisi per evento calamitoso:

Allegato OCDPC 187
Allegato OCDPC 203
Allegato OCDPC 216
Allegato OCDPC 299


I beneficiari ammessi a contributo possono consultare l’elenco pubblicato da ABI degli istituti di credito che aderiscono alla convenzione ABI-Cassa Depositi e Prestiti per l’erogazione dei contributi all'indirizzo web:

http://www.abi.it/Pagine/Mercati/Crediti/Iniziative-sul-territorio/Calamita-naturali/Plafond-Eventi-Calamitosi.aspx.

Si ricorda che il sito è in costante aggiornamento, per cui è necessario verificare periodicamente la pagina web sopra indicata per verificare le banche aderenti o recarsi presso il proprio istituto di credito per avere informazioni in merito.

A seguito dell’individuazione dell’istituto di credito, aderente alla sopra citata convenzione del 17 novembre 2016, è necessario recarsi presso lo scrivente Settore per esperire le procedure propedeutiche all’attivazione del finanziamento agevolato per l’accesso al contributo e lo stato di avanzamento lavori, previo contatto con il Settore Protezione Civile in via di Francia, 3 (Matitone)- piano 6 - per la compilazione dei sotto citati modelli approvati con nota del Dipartimento nazionale della Protezione Civile CG/65581 del 28 novembre 2016.

Allegato 1 alla nota CG/65581
Allegato 2 alla nota CG/65581



 

Ultimo aggiornamento: 05/04/2017
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8