Consiglio Comunale dell'8 marzo

Seduta ricca di temi e argomenti. Si apre con le interrogazioni a risposta immediata su: silver economy, progetti eco-solidali, lungomare Canepa, video sorveglinaza a Multedo, nuovo depuratore di Cornigliano, acquedotto di via Cassinelle, ex mercato di San Teodoro e centri sociali. La giornata si chiude con la discussione di tre delibere di giunta, due mozioni (tutte approvate) e tre interpellanze

Testo Alternativo
Il Consiglio comunale inizia con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata.

Considerato che la silver economy è destinata ad assumere una sempre maggior rilevanza sociale, politica ed economica, Guido Grillo (Forza Italia) chiede se l’amministrazione abbia messo in atto iniziative in tal senso
Risponde l’assessore Giancarlo Vinacci: «Genova ha un territorio e un clima favorevoli per la messa in campo di questa iniziativa. Per questo abbiamo fissato, dal 13 al 15 giugno, un forum di portata europea sulla silver economy, con l’obiettivo di creare una grande vetrina di un mondo nuovo, che vediamo come possibilità di lavoro per i giovani. Ci rivolgiamo a una seconda giovinezza, over 60 ancora abili, per farli venire a svernare a Genova. Occorreranno strutture che possano ospitare le persone che verranno qui, abbiamo anche preso contatti con le compagnie aeree low cost».

Cristina Lodi (Pd) vuole sapere se l’amministrazione abbia intenzione di salvaguardare il progetto eco-solidale dell’associazione Non solo parole – Genova onlus, attualmente sospeso e a rischio chiusura
Risponde l’assessore Matteo Campora: «Amiu ha recentemente pagato l’associazione, anche se la convenzione è scaduta nel 2016 e non è mai stata rinnovata dal Comune. Incontrerò l’associazione per verificare come implementare quanto previsto dalla precedente convenzione, che coinvolgeva anche il Municipio. La riunione ha quindi l’obbiettivo di rinnovare la convenzione e di verificare se fosse possibile stoccare i tappi nell’impianto di Sardorella».

Luca Pirondini (M5s) chiede chiarimenti sui provvedimenti che l’amministrazione intende adottare per risolvere la situazione di disagio dei cittadini di Lungomare Canepa
Risponde l’assessore Paolo Fanghella: «Si tratta di una strada a scorrimento veloce e, per farla rimanere tale e mantenere il relativo finanziamento, ci sono vincoli normativi. Abbiamo avuto un incontro con Sviluppo Genova, Anas e Società per Cornigliano, dove abbiamo chiesto di ridurre lo spazio delle corsie a vantaggio delle case, ma la normativa prevede che ci sia una distanza di sicurezza, dato che la strada è, appunto, a scorrimento veloce. Ho anche chiesto se si può modificare il muro, ma hanno risposto che non è possibile perché questo deve essere in grado di sostenere eventuali impatti causati da incidenti. Col sindaco, abbiamo dato tre settimane di tempo alle parti coinvolte, affinché trovino soluzioni adeguate a soddisfare le richieste dei cittadini».

Installazione delle telecamere di video sorveglianza a Multedo. È l’argomento proposto da Fabio Ariotti (Lega SP)
Risponde l’assessore Stefano Garassino: «Viste le criticità che ci sono in quella zona, stiamo dialogando con i vari comitati di Multedo. Ieri abbiamo avuto un incontro per fare il punto della situazione, anche in vista dei lavori di riqualificazione che partiranno nella zona. Ho promesso che, a fine Euroflora, le tre o quattro telecamere che verranno recuperate saranno installate a Multedo. Farò un sopralluogo per verificare la compatibilità e, se avremo dei soldi dal Patto della sicurezza, installeremo telecamere anche in altre zone».

Enrico Pignone (Lista Crivello) interroga sullo stato di avanzamento dei lavori del depuratore area centrale
Risponde l’assessore Matteo Campora: «Questione importante perché riguarda anche il superamento dell’attuale depuratore. L’11 dicembre scorso, Iren ha presentato il progetto definitivo alla Regione, che ha richiesto alcune integrazioni. Il tempo previsto era al 2022, abbiamo chiesto a Iren di anticipare di un anno. Si tratta di recuperare un’impiantistica vetusta e, da parte nostra, vi è il massimo controllo su Iren, soprattutto per il rispetto dei tempi. Nel contempo, il funzionamento del depuratore è migliorato; ieri c’è stato un problema e si è subito intervenuti. Pur non essendo ottimale, la situazione è tollerabile».

Franco De Benedictis (Noi con l’Italia) domanda a che punto sia l’iter della pratica relativa all’acquedotto di via Cassinelle e nel contempo informa che, in alcune ore del giorno, dai rubinetti dei residenti sgorga acqua di colore scuro
Risponde l’assessore Matteo Campora: «Non tutte le persone residente in zona sono allacciate all’acquedotto. Alcune sono servite da un acquedotto privato la cui concessione scade nel 2019. Io rappresento il Comune all’interno dell’Ato; abbiamo preso nota della richiesta di interventi, l’Ato lo inserirà tra le priorità e il Comune nella programmazione».

Quale futuro per l’ex mercato comunale di San Teodoro in via Bologna, oggi in stato di abbandono? A chiederlo è Alberto Pandolfo (Pd)
Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: «Lo stato di conservazione non ne consente l’immediato utilizzo: abbiamo avuto un’interlocuzione con il Municipio per garantire che il mercato continui ad essere un luogo di aggregazione e, coerentemente, il bene in oggetto non è stato inserito nel piano delle alienazioni».

Situazione dei centri sociali genovesi, con particolare riferimento a quelli in via delle Fontane e nei Magazzini del sale. È il tema proposto da Davide Rossi (Lega SP)
Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: «Abbiamo due immobili dati in concessione ai centri sociali: uno in via Fossato Cicala, che ospita il Pinelli e un altro in via Bartolomeo Bianco, che ospita il Terra di nessuno. I Magazzini del sale, che abbiamo acquisito dal Demanio in epoca piuttosto recente, sono stati occupati abusivamente dallo Zapata. Tale situazione dovrà necessariamente essere regolarizzata, così come dovrà essere saldato il pregresso. Anche gli altri centri sociali sono in situazione di morosità nei confronti del Comune: al 31 gennaio scorso, il Terra di nessuno aveva un debito di seimila euro, mentre la morosità del Pinelli ammontava a 11 mila 544 euro. Abbiamo già inviato alcune diffide, che sono state rifiutate. Deve esser chiaro che il Comune intende agire in maniera decisa, per questo il 20 marzo avvieremo il tavolo del gruppo di lavoro sulla riscossione, ove esamineremo le situazione. In ogni caso tutti dovranno regolarizzarsi, in alternativa dovranno andarsene. Per quanto riguarda via delle Fontane, i locali sono di proprietà dell’Università».

Alle 15 il presidente Alessio Piana provvede all’appello; con 37 consiglieri presenti, la seduta è valida.

Si passa quindi alla discussione dell’ordine del giorno, che prevede:

tre delibere di Giunta:

- Adozione di aggiornamento al Puc, ai sensi dell’art. 43 della Legge regione Liguria n. 36/1997 e s.m.i., per la ridefinizione della disciplina di area soggetta a disciplina urbanistica di norma speciale n. 41–via dei Carpi – valle del Geirato a Genova Molassana - Municipio IV Valbisagno
Approvata all’unanimità con 37 voti a favore. Concessa anche l’immediata eseguibilità

- Adozione di aggiornamento al Puc, ai sensi dell’art. 43 della legge Regione Liguria n. 36/1997 e s.m.i., per la ridefinizione della disciplina di area soggetta a disciplina urbanistica di norma speciale n. 84 – ex Omp Mongiardino via Opisso a Genova Pegli– Municipio VII Ponente
Approvata all’unanimità con 36 voti a favore. Concessa anche l’immediata eseguibilità

- Adozione di aggiornamento al Puc, ai sensi dell’art. 43 della legge Regione Liguria n. 36/1997 e s.m.i., per la ridefinizione della disciplina di area soggetta a disciplina urbanistica di norma speciale n.43 - via Romana della Castagna a Genova Quarto – Municipio IX Levante
Approvata all’unanimità con 37 voti a favore. Concessa anche l’immediata eseguibilità

due mozioni:

- Realizzazione di un hospice gestito dall'associazione Gigi Ghirotti nel Ponente genovese, presentata da Mauro Avvenente, Cristina Lodi, Stefano Bernini, Alberto Pandolfo, Alessandro Terrile, Claudio Villa (Pd), Alberto Campanella (Fratelli d’Italia), Stefano Costa (Vince Genova), Gianni Crivello (Lista Crivello), Franco De Benedictis (Noi con l’Italia), Lorella Fontana (Lega SP), Mario Mascia (Forza Italia), Luca Pirondini (M5s), Paolo Putti (Chiamami Genova), che impegna sindaco e Giunta a valutare, insieme all’associazione Gigi Ghirotti, la possibilità di aprire un nuovo hospice per l’assistenza dei malati terminali di tumore; a verificare con la Regione se sia possibile accreditare e convenzionare la struttura; a verificare, con uffici comunali e Città Metropolitana, l’eventuale disponibilità di locali e immobili di proprietà da dedicare al nuovo hospice
Approvato all’unanimità con 37 voti a favore.

- Spostamento deposito petrolchimico, presentata da Maurizio Amorfini, Fabio Ariotti, Federico Bertorello, Francesca Corso, Lorella Fontana, Luca Remuzzi, Maria Rosa Rossetti, Davide Rossi (Lega SP), Alberto Campanella, Valeriano Vacalebre, Antonino Gambino (Fratelli d’Italia), Mario Mascia, Mario Baroni, Guido Grillo (Forza Italia), che impegna sindaco e Giunta a confrontarsi in modo preliminare con i gruppi consiliari e con i comitati dei residenti del quartiere che verrà coinvolto dall’eventuale spostamento, per discutere sulle relative servitù 
Approvato all’unanimità con 38 voti a favore.

tre interpellanze: 

- Esposizione esterno negozi cassette frutta e verdura, presentata da Maria Rosa Rossetti (Lega SP) che chiede se: nel regolamento comunale per l’igiene si preveda la vendita di alimenti inquinati; se venga pagata la tassa per l’occupazione suolo pubblico e quante sanzione siano state elevate nel 2017, per l’omesso pagamento della stessa; quale articolo del regolamento del commercio al dettaglio disciplini tutto ciò
Risponde l’assessore Paola Bordilli: «Nel 2017 sono state elevate 156 multe per occupazione suolo pubblico. Negli ultimi due mesi, a Sampierdarena, Cornigliano e Certosa, sono iniziati i controlli a seguito di segnalazioni da parte di cittadini. Sono stati controllati anche i furgoncini che vendono in strada e sono stati eseguiti sei sequestri Non c’è un regolamento che disciplini quanto sopra, ma è nostra intenzione provvedere».

- Sdemanializzazione litorale Municipio Ponente, presentata da Fabio Ceraudo, Stefano Giordano, Giuseppe Immordino, Luca Pirondini, Maria Tini (M5s), che interpellano per sapere se si preveda di portare avanti quanto deciso dal Consiglio comunale rispetto alle spiagge del Ponente; se sia già stato fatto qualcosa e quali siano le azioni previste
Risponde l’assessore Simonetta Cenci: «Il Comune ha avviato un processo massiccio di acquisizione di vaste zone del litorale del ponente cittadino ed è in atto un processo di valorizzazione, con spiagge libere attrezzate».

- Controlli e sanzioni a padroni di cani con indole mordace, presentata da Franco De Benedictis (Noi con l’Italia), che domanda se sia possibile aumentare i controlli e le sanzioni, nei confronti di episodi che mettono a repentaglio la sicurezza di persone e animali
Risponde l’assessore Stefano Garassino: «Su Boccadasse non risultano denunce particolari, salvo un caso di un gatto ucciso da un cane. Spesso i padroni lasciano i loro cani liberi di scorrazzare nei giardini dove ci sono anche bambini; ho già dato mandato di monitorare queste situazioni».

Il Consiglio comunale si conclude alle ore 16.30.
8 marzo 2018
Ultimo aggiornamento: 08/03/2018
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8