Consiglio Comunale del 5 dicembre

Interrogazioni a 360 gradi oggi in Sala Rossa. Dal campo da calcio di Prà al servizio spargisale, dai mercati rionali al censimento delle strutture ricettive. Torna il tema sicurezza e legalità a Sampierdarena. Una delibera di Giunta avvia le procedure per un nuovo insediamento produttivo a Trasta. Approvata una mozione che invita il sindaco a fare apporre un crocifisso in aula consiliare e nei locali comunali a uso pubblico. I lavoratori della Rinascente incontrano il primo cittadino e i capigruppo

Consiglio Comunale del 5 dicembre 2017
Il Consiglio comunale inizia con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata.

Pietro Salemi (Lista Crivello) e Lorella Fontana (Lega Nord) chiedono chiarimenti rispetto alla decisione di non utilizzare il finanziamento di 500 mila euro, previsto nel Patto per Genova, per gli interventi sull’impianto di calcio della fascia di rispetto di Pra’ e anche a quanto ammontino i fondi a disposizione per gli interventi su Pra’ e quali siano le priorità della Giunta al riguardo.
Risponde l’assessore Paolo Fanghella: «Sarebbe un intervento abusivo, inammissibile. Pra’ Viva dovrebbe intervenire sulle manutenzioni e sugli adeguamenti; oltretutto Pra’ Viva è un’associazione morosa, che non ha mai pagato il canone. Il denaro sarà utilizzato per altre opere, anche per bonificare alcune frane».

Cosa si intende fare per scongiurare la situazione fallimentare della Fondazione Collegio San Giovanni Battista, tenendo conto che i dipendenti hanno un arretrato di circa sette mesi di stipendio e di circa due anni di contributi e che è stata avviata una svendita patrimoniale? A sollevare il problema è Stefano Giordano (M5s)
Risponde l’assessore Pietro Piciocchi: «I cosiddetti protettori, i membri nominati dal Comune, si sono dimessi per l’impossibilità di intervenire per il risanamento. Il patrimonio è interamente pignorato. Il Comune ha interessato la Regione, competente a intervenire nei casi di Fondazioni che non siano più in grado di reggere».

Davide Rossi (Lega Nord) chiede notizie sulla chiusura con cancellate di piazza Settembrini, che da qualche anno è diventata “proprietà” di sbandati extracomunitari dell’Est, di giorno, mentre alla notte è in mano ad africani ed ecuadoriani. C’era l’impegno a proteggerla con cancellate, per renderla più sicura. Si intende procedere?
Risponde l’assessore Stefano Garassino: «C’è l’accordo con i Civ per la chiusura specialmente notturna della piazza, che di notte è popolata da ubriachi sdraiati sulle panchine. In collaborazione con il Municipio potremo coprire i costi; ogni chiusura è una sconfitta, ma a volte è il male minore».

Quante sono le strutture alberghiere e ricettive iscritte alla Camera di Commercio che, dal 2015 ad oggi, hanno chiuso? Quante ne sono state aperte nello stesso periodo? Qual è la loro disponibilità di posti letto? Lo vuole sapere Luca Pirondini (M5s)
Risponde l’assessore Paola Bordilli: «Gli alberghi cessati sono otto, per 126 posti letto. Quelli nuovi sono cinque, ma con 131 posti; quindi c’è una sostanziale parità. Il saldo delle altre strutture ricettive è positivo. All’occorrenza i dati possono essere analizzati nel dettaglio. È confermata la vocazione turistica della città. Abbiamo posto alla Regione la questione dello studio su come favorire il settore alberghiero».

Fabio Ariotti (Lega Nord) chiede un aggiornamento sulla messa in sicurezza e l’attivazione dei regolatori del traffico nella nuova strada di via Pra’, adiacente alla fascia di rispetto: in questa strada ci sono stati incidenti anche piuttosto gravi
Risponde l’assessore Matteo Campora, per conto del vice sindaco Stefano Balleari: «Siamo in attesa di certificazioni per gli impianti semaforici, saranno poi necessari collaudi, stiamo monitorando la situazione. Il limite di velocità e 30 km/h».

Alberto Pandolfo (Pd) ed Enrico Pignone (Lista Crivello) interrogano sulle motivazioni del ritardo di Amiu rispetto alla consueta gara d’appalto per ingaggiare mezzi spazzaneve e spargisale.
Risponde l’assessore Matteo Campora: «Il sale è stato sparso, a cura di Amiu. Non c’è stato alcun rischio per la popolazione. Di solito la gara avviene, considerando il clima di Genova, entro la prima decade di dicembre. Gli interventi si svolgono di concerto con la Protezione civile. Amiu ha provveduto come di norma, grazie all’impegno dei lavoratori e dell’azienda».

Cristina Lodi (Pd) a seguito delle segnalazioni dei cittadini, sollecita un’informativa urgente sulla situazione di sicurezza e legalità in via Cantore e in piazza Montano, a Sampierdarena. Si verificano fenomeni di spaccio, in pieno giorno e all’aria aperta.
Risponde l’assessore Stefano Garassino: «Nella zona, anche a causa di queste segnalazioni, ci sono adesso pattuglie in borghese. Faremo a breve una riunione con altre autorità, su Sampierdarena».

Notizie sui progetti relativi ai mercati comunali coperti, con particolare riferimento a quelli di Sampierdarena (piazza Treponti e Industria). A sollevare il problema è Carmelo Cassibba (Vince Genova)
Risponde l’assessore Paola Bordilli: «Negli ultimi trent’anni le strutture, che si trovano nel cuore dei vari quartieri, sono state sostanzialmente abbandonate. Per il mercato Orientale è in atto un progetto pilota, che servirà anche per le altre strutture. Sono in corso alcuni interventi urgenti su altri mercati».

Alle ore 15 il presidente Alessio Piana provvede all’appello; con 37 consiglieri presenti, la seduta è valida.

Si passa poi alla discussione dell’ordine del giorno, che prevede

una delibera di Giunta:

- Procedimento unico ai sensi dell’articolo 10 della legge regionale 10/2012 e successive modifiche ed integrazioni per l’approvazione del Progetto – SU 158/2017 – inerente alla realizzazione di un insediamento produttivo, con contestuale aggiornamento del Piano Urbanistico Comunale relativo all’area denominata “ex squadra di rialzo di Trasta” in fregio a via U. Polonio, ai sensi dell’articolo 43 della legge regionale 36/1997 e successive modifiche ed integrazioni. Preventivo assenso in relazione alle modifiche da apportare allo strumento urbanistico vigente
Approvata con 34 voti a favore e 4 astenuti (Lista Crivello, Chiamami Genova). Concessa anche l’immediata eseguibilità

tre mozioni:

- Progetto utilizzo Demanio marittimo (PROUD), presentata da Guido Grillo (Forza Italia), che impegna sindaco e Giunta a verificare gli obiettivi, in rapporto a quanto previsto nel progetto di utilizzo del Demanio marittimo (PROUD) in vigore a Genova.
Approvata all’unanimità con 36 voti favorevoli

- Bonifica sito di Scarpino e piano industriale AMIU, presentata da Fabio Ceraudo, Stefano Giordano, Giuseppe Immordino, Luca Pirondini, Maria Tini (M5s), che impegna sindaco e Giunta a garantire con un piano ambientale la bonifica del sito di Scarpino; a gestire l’emergenza rifiuti coinvolgendo la cittadinanza e applicando il nuovo piano industriale di Amiu; ad applicare la differenziata spinta; a trasformare i contratti dei precari in contratti a tempo indeterminato; a mantenere in Comune i servizi sul riciclo
Approvata all’unanimità con 39 voti favorevoli

- Apposizione crocifisso in aula consiliare e negli istituti scolastici, presentata da Lorella Fontana, Maurizio Amorfini, Fabio Ariotti, Federico Bertorello, Francesca Corso, Luca Remuzzi, Maria Rosa Rossetti, Davide Rossi (Lega Nord), Alberto Campanella (Fratelli D’Italia), Stefano Costa (Vince Genova), Franco De Benedictis (Direzione Italia), che impegnano in tal senso sindaco e Giunta
Approvata con 24 voti favorevoli e 15 presenti non votanti: Pd, Lista Crivello, Chiamami Genova, M5s

due interpellanze:

- Rigenerazione urbana e nuove idee per la cultura ed il welfare, presentata da Gianni Crivello (Lista Crivello), che chiede se siano state avviate iniziative per la rigenerazione di beni immobili, oppure per l’attivazione di progetti culturali e sociali relativi ai beni Comuni Immateriali e, in caso contrario, cosa si intenda fare al riguardo
rinviata

- Stato avanzamento lavori del Piano Triennale Lavori Pubblici e Patto per Genova, presentata da Cristina Lodi, Mauro Avvenente, Stefano Bernini, Alberto Pandolfo, Alessandro Terrile, Claudio Villa (Pd).

L’assessore Fanghella ha dato spiegazioni esaurienti sugli interventi in programma.

Il Consiglio comunale si conclude alle ore 18.04.
5 dicembre 2017
Ultimo aggiornamento: 06/12/2017
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8