Condono edilizio - Rilascio titolo edilizio in sanatoria
Le domande di condono edilizio sono presentate ai sensi della L. 47/85 L. 724/95 nonché ai sensi del D.L. 269/03 entro i termini stabiliti dalla legge, ai fini del rilascio dei regolari provvedimenti di sanatoria.

Legittimati a chiedere la sanatoria sono il proprietario dell’immobile o i soggetti aventi titolo, nonché ogni altro soggetto interessato al conseguimento della sanatoria.

Possono ottenere la sanatoria le opere edilizie realizzate in assenza di titolo abilitante la loro esecuzione (Concessione Edilizia, Autorizzazione Edilizia, Denuncia d’Inizio Attività) o realizzate in difformità dal titolo abilitante, consistenti in:
  • nuove costruzioni o ampliamenti di edifici esistenti, anche non conformi alle norme urbanistiche e alle prescrizioni degli strumenti urbanistici
  • ristrutturazioni edilizie come definite dall’art. 3, c.1, lett. d) D.P.R. 380 6/0601, anche con modifiche della destinazione d’uso non conformi alle norme urbanistiche e alle prescrizioni degli strumenti urbanistici
  • mutamenti di destinazione d'uso relativi a manufatti o parti di essi (L.R. 5/04 art.3 c. 1 lett.c)
  • frazionamento di immobili residenziali senza necessità di reperimento di parcheggi pertinenziali (L.R. 5/04 art.3 c. 1 lett.d)
  • opere di restauro e risanamento conservativo come definite dall’art. 3, c. 1, lett. c) del D.P.R. 380 del 06/06/01 anche con modifiche delle destinazioni d’uso non conformi alle norme urbanistiche e alle prescrizioni degli strumenti urbanistici
  • opere di manutenzione straordinaria, come definite all’art. 3, c. 1, lett. b del D.P.R 380/01
  • opere edilizie o modalità d’intervento non valutabili in termini di superficie o di volume.
La sanatoria è estesa anche ai casi in cui il titolo edilizio è stato annullato

Normativa

D. Lgs 269/03, convertito , con modificazioni, con legge 24/11/03 n. 326
in G. U. n. 274 del 25/11/2003 (legge 326/03)


Circolare n. 1/dpf  Ministero dell'Economia e Finanze del 16/1/2004 reperibile su www.finanze.it

D. Lgs 82/04 - Proroga termini in materia edilizia

L. R. 5/4 Disposizioni regionali in attuazione D. Lgs 269/03

Decreto-Legge 12 luglio 2004, n.168 (art.5)
Interventi urgenti per il contenimento della spesa pubblica
Proroga termini condono edilizio

Delibera Giunta Regionale 863 del 02/08/2004
adeguamento termini regionali a quelli del D.L. 168

Delibera Giunta Comunale 1060 del 4/11/2004
adeguamento diritti di segreteria e degli oneri di costruzione

Delibera di giunta Regionale 1507 del 12 dicembre 2004
adeguamento termini ex art. 8 L.R. 5/2004 relativi agli adempimenti successivi alla presentazione delle istanze di condono edilizio
Ultimo aggiornamento: 06/02/2014
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8