Caserma Gavoglio

Testo Alternativo
Testo Alternativo
Testo Alternativo
Testo Alternativo
Caserma Gavoglio
Il Programma di Valorizzazione

Nel febbraio 2014 la Civica Amministrazione ha attivato la procedura di acquisizione a titolo gratuito della Caserma Gavoglio secondo le modalità previste dal federalismo demaniale culturale (art. 5, c. 5, D.lgs. 85/2010).

La valorizzazione del compendio Caserma Gavoglio è non solo un importante intervento di tutela e qualificazione di un bene di significativo interesse storico e culturale, ma anche una risorsa per la riqualificazione, attesa e richiesta da tempo dagli abitanti del Lagaccio, di un tessuto urbano e sociale segnato da problemi ambientali, infrastrutturali e di degrado urbanistico, che richiedono in tempi brevi l’azione della Pubblica Amministrazione.

L’intervento acquista un rilievo significativo anche a livello cittadino, per la ricomposizione delle attuali cesure del tessuto e l’integrazione con le aree territoriali a monte del versante interessato da Parco delle Mura e sistema delle fortificazioni, oggetto di richiesta di trasferimento con la procedura del federalismo culturale demaniale, ricomponendo così il quadro di riappropriazione della città delle risorse storiche e dell’identità della sua immagine.

Il Comune di Genova ha predisposto un Programma di Valorizzazione per il bene da trasferire, che ha ricevuto l'approvazione della Giunta Comunale (30/06/2016) e del Tavolo Tecnico Operativo (04/07/2016).

Il trasferimento a titolo non oneroso al patrimonio comunale è il risultato di un processo articolato in diverse fasi:

1. Predisposizione del “Programma di Valorizzazione” da parte della Civica Amministrazione, condiviso con gli abitanti del quartiere;
2. Valutazione positiva del Programma da parte di uno specifico Tavolo Tecnico Operativo, di cui fanno parte il Segretariato Regionale per la Liguria per il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e la Direzione Regionale Liguria per l’Agenzia del Demanio;
3. Sottoscrizione dell “Accordo di Valorizzazione“da parte dei soggetti facenti parte del Tavolo Tecnico Operativo e lo stesso Comune;
4. Stipula dell’atto di trasferimento a titolo non oneroso da parte dell’Agenzia del Demanio;

A fronte dei passaggi eseguiti, la Civica Amministrazione ha dato il via agli interventi e alle azioni previste dal Programma, sotto la sorveglianza ed il controllo del Segretariato Regionale per la Liguria.

Il 19 dicembre 2016, a conclusione dell'iter istituzionale, è stato firmato il definitivo accordo di valorizzazione dal sindaco Marco Doria, dal direttore generale dell'Agenzia del Demanio Roberto Reggi e dal segretario regionale del MiBact Elisabetta Piccioni, che sigla il passaggio dell'ex proiettilificio e dello spazio verde circostante dal Demanio al Comune.
Scarica il pdf riqualificazione e uso: ipotesi progettuali

Di seguito alcune foto della firma dell'accordo di valorizzazione.

  


Ingresso principale
veduta da via Ventotene
ex proiettificio
Spazi esterni
Piazza D'antoni
Piazzale Italia
Percorrenza su lato ovest
Percorrenza esterna
ex magazzini
Ultimo aggiornamento: 09/08/2017
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8