Azzardo - Leggi e regolamenti
banner della campagna azzardo

Il gioco d’azzardo patologico è una problema di particolare attualità, non solo a livello locale.

Il Comune di Genova è stato tra i primi comuni d’Italia ad avvertirne la gravità e a emettere un regolamento specifico, introducendo, in alcuni casi, norme più restrittive rispetto alla normativa statale e regionale in materia.

Innanzitutto, va detto che il GAP (Gioco d’ Azzardo Patologico) è una patologia riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità ed è inserito nella quarta e quinta edizione (pubblicata negli USA nel maggio 2013 e in Italia nel 2014) del DSM (Manuale Diagnostico Statistico dei Disturbi Mentali).

La normativa nazionale che riguarda aspetti relativi al gioco d’azzardo è piuttosto ampia e si rimanda eventualmente alla bibliografia dettagliata riportata in fondo alla sezione; lo stesso codice penale dedica ben 7 articoli (dall’art. 718 al art. 723) alla disciplina della materia.

Decreto Balduzzi

Con il decreto-legge n. 158/2012 (cd. decreto Balduzzi) convertito, con modificazioni, nella legge n. 189 dell'8 novembre 2012, recante Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del paese mediante un più alto livello di tutela della salute, si riconosce il gioco d'azzardo patologico come una malattia – che ha la caratteristica di interessare soprattutto le fasce più deboli della popolazione e, quindi, gli adolescenti, i giovani e le persone con difficoltà lavorative ed economiche aggravando le loro condizioni di salute, familiari, lavorative e relazionali – tanto da prevederne l'inserimento nei Livelli Essenziali di Assistenza.
http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/00681203.pdf

Nuova proposta di legge al vaglio del Parlamento

Il 9 aprile 2014 è stata presentata una proposta di legge di iniziativa popolare volta alla tutela della salute degli individui tramite il riordino delle norme vigenti in materia di giochi con vincite in denaro-giochi d'azzardo in un codice unico che preveda:
  • tutela delle persone fragili e dei minorenni
  • cura per le persone malate e le fonti di finanziamento per la cura e la prevenzione, armonizzazione fiscale
  • norme stringenti sulla pubblicità e sulle caratteristiche dei giochi e ridefinizione delle autorità per il rilascio delle autorizzazioni
  • contrasto al gioco illegale, alle infiltrazioni mafiose, all'evasione fiscale e tributaria e tracciabilità dei flussi finanziari e l'istituzione dei registri delle scommesse e dei concorsi pronostici
  • limitazione dei luoghi di gioco e sanzioni più efficaci. 
Questa proposta è attualmente allo studio del Parlamento.

Legge regionale 17/2012 - Disciplina delle sale da gioco

La legge Regione Liguria n. 17 del 30 aprile 2012 -  Disciplina delle sale da gioco -  nell’ambito delle competenze spettanti alla regione in materia di tutela della salute e di politiche sociali, detta norme finalizzate a prevenire il vizio del gioco, anche se lecito, e a tutelare determinate categorie di persone, oltreché a contenere l’impatto delle attività connesse all’esercizio di sale da gioco sulla sicurezza urbana, sulla viabilità, sull’inquinamento acustico e sulla quiete pubblica.
L’esercizio delle sale da gioco e il gioco lecito nei locali aperti al pubblico sono, comunque, soggetti all’autorizzazione del Sindaco del Comune territorialmente competente.

Legge regionale 18/2012 - Norme per la prevenzione e il trattamento del gioco d’azzardo patologico

La legge Regione Liguria n. 18 del Liguria 30 aprile 2012 - Norme per la prevenzione e il trattamento del gioco d’azzardo patologico  - regolamenta la parte relativa  alla prevenzione, al trattamento terapeutico e al recupero sociale dei soggetti affetti da sindrome da gioco d’azzardo patologico (GAP), indica gli ambiti d’intervento nel senso che favorisce l’accesso delle persone affette da dipendenza dal gioco d’azzardo a trattamenti sanitari ed assistenziali adeguati, favorisce l’informazione e l’educazione sulle conseguenze derivanti dall’abuso patologico del gioco d’azzardo, promuove attività di formazione e aggiornamento del personale che si occupa dei problemi legati al GAP, favorisce l’attività delle organizzazioni del privato sociale, senza scopo di lucro, e delle associazioni di auto-mutuo aiuto finalizzate a prevenire o a ridurre i problemi del GAP. Indica, inoltre, le competenze delle Aziende sanitarie locali sulla materia. 
 

Regolamento comunale sale da gioco e giochi leciti


Testo integrale Regolamento
 

Elenco fonti normative

Ultimo aggiornamento: 05/08/2015
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8