Azzardo - Campagna
banner della campagna azzardo

AZZARDO, CITTADINANZA, VIOLENZA DI GENERE, TESTAMENTO BIOLOGICO, ALCOOL e CONVIVENZE.

Temi importanti per la vita delle persone, dei quali molto si parla, ma sui quali spesso è difficile reperire informazioni semplici e chiare.

Attraverso questa azione di comunicazione, realizzata a cura dell’Assessorato Legalità e Diritti, il Comune di Genova vuole offrire ai cittadini uno strumento di informazione pratico e agevole e al tempo stesso promuovere una riflessione su temi importanti, sui quali l’Amministrazione comunale si è impegnata e vuole continuare ad impegnarsi per sostenere scelte consapevoli, far conoscere opportunità e servizi e per tutelare i diritti dei cittadini.

Ogni tema sarà trattato singolarmente con uscite mensili: la prima (gennaio 2015) riguarda il gioco d’azzardo, sul quale il Comune di Genova, tra i primi in Italia, ha emanato un regolamento per disciplinarne e limitarne l’esercizio nella nostra città, a tutela delle persone e a prevenzione di fenomeni di dipendenza.
 

Perché parlare di Azzardo

Negli ultimi anni, la diffusione del gioco d’azzardo ha raggiunto dimensioni allarmanti, assumendo i contorni di una vera e propria emergenza sociale.
In Italia sono quasi 24 milioni le persone – su una popolazione di 60 milioni di abitanti – che dichiarano di aver giocato almeno una volta negli ultimi 12 mesi. Se poi si guarda al Gioco d’Azzardo Patologico (GAP), la stima dei giocatori coinvolge oltre 1 milione di abitanti. L’Italia è al primo posto in Europa – e al terzo nel mondo - per numero di giocatori. In media ogni italiano, neonati compresi, spende annualmente nel gioco oltre 1000 euro.
L’illusione di una possibile vincita in grado di cambiare le sorti della propria esistenza costituisce troppo spesso lo stimolo a cimentarsi in una sfida, in realtà persa in partenza, dove a incassare è sempre il banco. Perché l’azzardo, al d là delle facili suggestioni indotte della pubblicità, è in realtà strutturato per restituire solo in minima parte – dunque a pochi - il denaro bruciato da molti giocatori.
Consapevole di come il problema del gioco non rimanga circoscritto al destino individuale del giocatore, ma investa - con le sue ripercussioni a livello sociale, economico, legale – la collettività nel suo insieme, l’Amministrazione vuole indurre nei cittadini la comprensione della corretta dimensione sociale del fenomeno e del suo carattere di emergenza, creando consapevolezza nei confronti del problema. In questo modo, l’Amministrazione vuole contribuire alla prevenzione del Gioco Patologico, fornendo informazioni sui rischi collegati all’azzardo e sui suoi effetti, nonché strumenti per aiutare le persone a riconoscere e combattere situazioni di rischio potenziale e di disagio effettivo, in grado di sfociare in vero e proprio gioco patologico.
Ultimo aggiornamento: 08/01/2015
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8