Aspetti generali di tutela
Le tracce della convivenza del gatto con l'uomo risalgono a 3000 anni prima di Cristo, come testimoniato dagli scavi archeologici compiuti in Egitto, dove il ritrovamento di resti mummificati di gatto induce a ritenere che questa specie animale fosse oggetto di culto nell'ambito delle tradizioni degli antichi egizi.
La diffusione di questo felino e la considerazione ad esso attribuita nelle civiltà antiche sono da ricondurre alla funzione da esso svolta per il controllo delle presenza murina.

In particolare fu utilizzato per ostacolare la diffusione dei roditori a bordo delle imbarcazioni che percorrevano le rotte del commercio marittimo e questo favorì gli incroci del gatto di origine africana con le razze selvatiche locali presenti nei territori dell'Europa, India ed Asia, attraversati dai principali scambi mercantili, alternando periodi di maggiore considerazione per la funzione svolta a fasi di persecuzione dovuta, in particolare, alla dura repressione ecclesiastica in epoca medioevale nei confronti dei culti pagani che attribuivano ai felini un ruolo centrale nelle celebrazioni rituali.   

Attualmente la presenza del gatto in ambiente cittadino rende necessaria l'adozione di misure atte a garantire una corretta attività di gestione di questo rilevante patrimonio animale. 

Da un'indagine campionaria diretta a raccogliere informazioni sulla quantità e tipologia di animali presenti nelle famiglie genovesi, realizzata dall'Ufficio Gestione Fauna Urbana del Comune di Genova congiuntamente all'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Val D'Aosta - Sezione Genovese - i gatti risultano gli animali più amati: il numero di felini di proprietà rilevati nell'indagine si attesta su una stima campionaria vicina alle 200.000 unità, pari ad un gatto ogni quattro abitanti e a circa due gatti per cane presente nel territorio.

Il censimento ha posto in evidenza l'atteggiamento di un rilevante numero di persone che considerano di proprietà anche i gatti che vivono nei giardini o parchi pubblici, lontani dalla comodità della vita in appartamento, con i quali hanno instaurato un rapporto di familiarità e cura. 
Ultimo aggiornamento: 19/03/2014
Comune di Genova  - Palazzo Tursi  -  Via Garibaldi 9  -  16124 Genova  | Centralino 010.557111
Pec: comunegenova@postemailcertificata.it - C.F. / P. Iva 00856930102 
Questo sito è ottimizzato per Firefox, Chrome, Safari e versioni di Internet Explorer successive alla 8